GIOCHI INVERNALI

Olimpiadi Pechino 2022: Sofia Goggia portabandiera dell'Italia

La snowboarder Michela Maioli invece porterà il tricolore durante la cerimonia di chiusura

  • A
  • A
  • A

Sarà Sofia Goggia la portabandiera azzurra alle prossime Olimpiadi invernali di Pechino 2022. A designare la campionessa olimpica della discesa libera a Pyeongchang 2018 è stata all'unanimità, su proposta del presidente del Coni, Giovanni Malagò, la Giunta nazionale tenutasi a Palazzo H. La portabandiera per la cerimonia di chiusura sarà la snowboarder azzurra Michela Moioli, anche lei medaglia d'oro a Pyeongchang

"Sofia apre e io chiudo, è una cosa bella. Anche questa volta siamo unite ed è bello riconsolidare la nostra amicizia in questo modo". Così Michela Moioli commenta la decisione del Coni che ha scelto lei come portabandiera della cerimonia di chiusura e Sofia Goggia per quella di apertura alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. "È un grande onore, una grande soddisfazione ma anche un onere, perché essere chiamati a fare questo ruolo penso sia il sogno di qualsiasi atleta", dice l'azzurra. "Sono contenta che Sofia faccia la portabandiera alla cerimonia di apertura perché lo merita -sottolinea-. Però anche io sono soddisfatta di essere stata scelta per questo ruolo, anzi sono molto orgogliosa". "Ed è comunque un grande simbolo per me e la mia disciplina che finalmente inizia a essere riconosciuta e a prendere peso e rilievo. È un onore per me - conclude -, per tutta la mia squadra e tutti gli snowboarder".

"Mi sento profondamente onorata di aver ricevuto questo incarico dal presidente del Coni, Giovanni Malagò. Poter rappresentare l'Italia alle Olimpiadi in Cina non solo sugli sci ma anche alla cerimonia di apertura mi inorgoglisce molto". Così, in un messaggio video, la campionessa azzurra Sofia Goggia: "Il solo pensiero di poter essere tutti gli italiani in quel momento, di rappresentarli con un solo gesto, di portare la bandiera, mi riempie il cuore di orgoglio. E sono grata per questa enorme opportunità. Mi auguro di poter onorare il tricolore sia in tale occasione sia quando metterò i bastoncini fuori dal cancelletto".

"Chi ha vinto una medaglia d'oro ha il giusto diritto di essere consacrato e riconosciuto per questo. A Pyeongchang sono stati vinti tre ori, tutti al femminile. Mi dispiace per i maschi. In questo caso - ha commentato Malagò - una persona come Arianna Fontana è già stata la portabandiera. Sofia Goggia sarà la portabandiera della cerimonia di apertura, Michela Moioli per quella di chiusura. Il 23 dicembre si terrà la consegna della bandiera olimpica a Sofia al quirinale".

"Jacobs fuori dalla top ten del premio come miglior atleta dell'anno? Una cosa profondamente sbagliata - ha aggiunto Malagò commentando la clamorosa decisione della federazione internazionale di atletica - Siamo molto dispiaciuti. È molto poco credibile che tra gli atleti non ci sia l'unico che ha vinto due medaglie d'oro. Oltre a Jacobs non c'è Tamberi. È una mancanza di rispetto nei confronti dei nostri due atleti". 

Vedi anche Tamberi: "Non saremo atleti dell'anno ma nessuno ha goduto più dell'Italia" atletica Tamberi: "Non saremo atleti dell'anno ma nessuno ha goduto più dell'Italia"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments