L'ALLARME

Olimpiadi, membro Cio: "Ci sono problemi reali anche per Tokyo 2021"

L'australiano Coates lancia l'allarme sull'organizzazione: "Come funzionerà il Villaggio olimpico? E la quarantena?

  • A
  • A
  • A

Esistono "problemi reali" anche per l'organizzazione dei Giochi di Tokyo nel 2021. Ad ammetterlo l'australiano John Coates, membro del Cio: "Ci sono atleti che provengono da 206 paesi. Oltre 11.000 atleti, ci saranno 5.000 funzionari e allenatori, 20.000 membri dei media, ci sono 4.000 persone che lavorano al momento sull'organizzazione dei Giochi, a cui devono essere aggiunti 60.000 volontari - ha dichiarato - Non possiamo rimandare di nuovo i Giochi e dobbiamo presumere che non ci sarà ancora un vaccino o, se ci sarà, non avremo abbastanza tempo per condividerlo in tutto il mondo",

"Dovremo mettere il Villaggio Olimpico in isolamento? Qualche atleta dovrà osservare un periodo di quarantena? Dovremo limitare il numero di spettatori in ciascun sito di gara?", gli interrogativi che ha posto Coates. Le sue parole fanno eco a quelle pronunciate dal capo del CIO, Thomas Bach, che ha avvertito che i Giochi di Tokyo saranno annullati se non si svolgeranno nel 2021. "Non possiamo impiegare eternamente 3.000 o 5.000 persone nel comitato organizzatore. Non possiamo cambiare il calendario sportivo mondiale per tutte le principali federazioni. Non possiamo lasciare gli atleti nell'incertezza".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments