Pallanuoto, Mondiali di Budapest 2017: sorriso Settebello, 8-4 all'Australia

L'Italia si aggiudica la semifinalina per il quinto posto, in finale dovrà vedersela con il Montenegro

Foto Lapresse

Il Settebello, dopo la sconfitta contro la Croazia, si prende una piccola rivincita battendo l'Australia nella semifinalina per il quinto posto ai Mondiali di Budapest. Finisce 8-4 per gli uomini di Campagna che adesso dovranno vedersela in finale con il Montenegro, vittorioso sulla Russia per 9-8. Partita senza storia, l'Italia dimostra di essere squadra e tiene in pugno il match, fino al gol di Di Fulvio che chiude definitivamente i conti.

Brutta partenza per il Settebello, che va subito in svantaggio di due reti, costringendo mister Campagna a chiamare time-out. Gli azzurri si riprendono e accorciano le distanze con Gitto, che realizza da pochi metri; l'Italia continua a spingere e trova il pareggio a quattro minuti dalla fine del primo periodo con una conclusione di Presciutti. Nel finale di quarto, gli azzurri continuano ad attaccare e trovano prima la rete del 3-2 con Bodegas e poi, nel penultimo possesso del periodo, allungano le distanze, grazie a un missile di capitan Figlioli, che porta il Settebello in vantaggio 4-2 al primo riposo. Il secondo quarto si apre con una rete dell'Australia, che, grazie a un tiro di Hollis, si porta in svantaggio di una sola lunghezza (4-3). L'Italia, però, non molla e si riporta in vantaggio di due gol, grazie a una rete di Di Fulvio, che approfitta della superiorità numerica; rispondono subito gli australiani con Kaynes, che da pochi metri batte Volarevic, fissando il risultato sul 5-4. Nel finale di tempo ci pensa Figlioli a riportare il Settebello all'intervallo in vantaggio di due reti (6-4).

Nella ripresa si abbassano i ritmi di gioco e entrambe le squadre faticano a trovare conclusioni semplici; si esalta Tempesti, subentrato a Volarevic, che salva la porta degli azzurri in due occasioni di inferiorità numerica. Anche l'Italia non riesce a trovare tiri semplici in attacco e si deve accontentare di conclusioni dalla lunga distanza, che però non fanno paura al portiere australiano. Ci pensa Aicardi, nel quarto periodo, a sbloccare la partita con una splendida girata dai tre metri; chiude la partita di Fulvio che nel finale di tempo segna la rete dell'8-4. Missione compiuta per gli uomini di Campagna che battono, per la seconda volta nel torneo, l'Australia; ora il Settebello si giocherà la finale per il quinto posto contro il Montenegro che, nell'altra semifinalina, ha battuto la Russia 9-8.

TAGS:
Pallanuoto
Mondiali
Settebello

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X