"Una brutta notizia per lo sport"

Il campione italiano sulla positività dell'inglese: "Nessuno mi potrà dare la possibilità di salire sul gradino più alto del podio a Madrid"

  • A
  • A
  • A

La positività all'antidoping di Chris Froome ha sconvolto il mondo del ciclismo. E in attesa di capire gli sviluppi della vicenda, con l'inchiesta dell'Uci e la Federazione che ancora non ha sospeso l'inglese, arriva il commento da parte di Vincenzo Nibali: "Oggi il mondo dello sport ha ricevuto una brutta notizia. Se la notizia fosse confermata, nessuno mi potrà dare la possibilità di salire sul gradino più alto del podio a Madrid" ha twittato.

Nibali in questi giorni si trova in Croazia ad allenarsi con il suo team Bahrain-Merida. "Solo certo che il tempo ci darà le risposte più opportune", ha concluso lo Squalo dello Stretto, che nel pomeriggio ha pubblicato un tweet per rettificare delle sue presunte dichiarazioni circolate in mattinata ("Certo per il ciclismo non è un grande giorno, come non lo è per lui. Sulla vicenda non entro nel merito, voglio aspettare correttamente le conclusioni").

Prudenza e attesa delle conclusioni delle indagini: questa la posizione ufficiale della Vuelta, la cui società organizzatrice, la Unipublic, ha diffuso una nota in relazione alla vicenda di Chris Froome, nella quale afferma di voler attendere la conclusione delle indagini dell'unione ciclistica internazionale. "La federciclismo ha aperto un'inchiesta e la posizione della Vuelta è di estrema prudenza, sperando che il chiarimento di questa vicenda arrivi il più presto possibile".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments