MOTOCROSS

Ultimo show per Tony Cairoli a Mantova, Herlings campione del  mondo

Il Mondiale della MXGP si è chuso a Mantova con il successo dell'olandese della KTM e la conclusione della carriera del campione sicliano.

  • A
  • A
  • A

Tony Cairoli chiude al decimo posto il suo ultimo Gran Premio iridato a Mantova, nel giorno in cui Jeffrey Herlings mette al sicuro il suo quinto titolo iridato (il secondo nella MXGP dopo quello del 2018)  vincendo gara-due davanti a Tim Gajser (Honda) ed a Romain Febvre (Kawasaki), a posizioni invertite rispetto alla classifica finale della stagione. Cairoli chiude al sesto posto della generale una carriera che lo ha visto nove volte campione del mondo, l'ultima nel 2017. 

In attesa di conoscere il destino della caccia iridata di Max Verstappen in Formula Uno, la piccola grande Olanda si prende il titolo iridato del motocross con Jeffrey Herlings che nel gran finale di Mantova mette a segno una doppietta di vittorie, raggiunge quota 708 punti e torna sul tetto del mondo con la sua KTM dopo il biennio di Tim Gajser (688) che a fine gara ha recriminato per i punti persi a causa della penalizzazione dello scorso weekend nel GP di Lombardia, sempre sulla pista di Mantova. Quinto titolo iridato alla fine per il 27enne olandese del team factory KTM (i primi tre nella MX2 nel 2012, 2013 e 2016), che nel finale di gara-due controlla senza troppo affanno il rientro dello sloveno della Honda, tagliando l'ultimo traguardo con un solo secondo e mezzo di vantaggio sullo stesso Tim ma ben quarantuno su Romain Febvre (703 punti), finito a terra ad inizio gara.

Decimo appunto al traguardo, Tony Cairoli chiude sesto nel Mondiale com 545 punti, alle spalle (oltre che dei primi tre di cui sopra) anche dell'elvetico Jeremy Seewer (Yamaha, 566) e dello spagnolo Jorge Prado (KTM, 562). Casco d'oro al traguardo per Herlings, casco ugualmente d'oro per Cairoli: Mantova gli riserva una speciale cerimonia del podio "alla carriera", molto significativamente culminata con l'inchino del neo campione olandese a Tony. La carriera del nove volte campione del mondo messinese si chiude con 182 vittorie, 94 GP vinti e 179 apparizioni sul podio del Mondiale. Nella top ten della classifica generale del Mondiale (decimo) anche un altro italiano: si tratta di Alessandro Lupino, il trentenne poliziotto viterbese in sella alla KTM dell'MRT Racing Team. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments