Dakar, Al-Attiyah vede il trionfo

Il qatariota precede di 4'58" lo spagnolo Nani Roma e allunga in classifica. Nelle moto vince il francese Metge, Price sempre primo nella generale

  • A
  • A
  • A

Nasser Al-Attiyah vince la nona tappa della Dakar 2019, aperta e chiusa a Pisco. Il qatariota precede di 4'58" Nani Roma e di 7'15" De Villiers. In classifica generale ha 51' di vantaggio su Roma. Giornataccia per Sébastien Loeb, bloccato da problemi meccanici. Stéphane Peterhansel si ritira a causa dei problemi alla schiena del co-pilota. Tra le moto vince Michael Metge. I migliori arrivano insieme: Toby Price resta leader.

AUTO
Se non è ufficiale, manca veramente poco. Chissà se Nasser Al-Attiyah è scaramantico, ma la vittoria della Dakar 2019 sembra essere una formalità. Un'ufficialità da rincorrere per 359 km, durante l'ultima tappa da Pisco a Lima. Nella penultima, aperta e chiusa a Pisco, il pilota della Toyota imposta una gara solida, ben conscio di dover gestire un vantaggio già importante sulla concorrenza (46' su Nani Roma e Sébastien Loeb). Se poi il francese del team PH-Sport, dopo una tappa dominata con una guida aggressiva, si blocca su una duna e arriva a un'ora e un quarto dal leader, per Al-Attiyah il compito si facilita. Quello di Loeb è solo un esempio della giornata disastrosa per i francesi: Cyril Despres, leader virtuale di tappa dopo i problemi di Loeb, getta via le chances di successo rimanendo anche lui bloccato nelle dune, a 24 km dall'arrivo. Va addirittura peggio a Stéphane Peterhansel, quarto in generale dopo l'ottava tappa. “Mounsier Dakar”, vincitore di 13 titoli nella storia della corsa, è costretto al ritiro dopo soli 26 km di prova speciale per via di un infortunio alla schiena accusato dal navigatore David Castera. In classifica generale, Al-Attiyah ha 51' 27" di vantaggio su Nani Roma.

MOTO

Sulle due ruote vince il francese Michael Metge, 24° in classifica generale prima di questo successo, e autore di una notevole prestazione tra le dune del deserto peruviano. Il centauro della Sherco TVS Rally Factory è bravo ad approfittare dello scenografico formato mass start: partono 10 alla volta, in stile motocross, non più scaglionati. I big iniziano e finiscono insieme. Preferiscono studiarsi: Pablo Quintanilla (Husqvarna) arriva terzo, davanti alle Ktm di Matthias Walkner e Toby Price, buon quinto nonostante la sofferenza da lui stesso definita “incredibile” per il dolore al polso destro, figlio di una caduta in allenamento a fine novembre. E così, ne approfittano i piloti di seconda fascia: Metge si aggiudica la tappa dopo un bel duello con il boliviano Daniel Nosiglia, su Honda. In classifica generale non cambia niente: Toby Price rimane leader, con 1'02" su Quintanilla e 6'35" su Walkner. Si deciderà tutto nell'ultimo atto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments