"Ho pensato a Schumi e Hayden"

L'ex campione mondiale di Motociclismo in esclusiva: "Ho rischiato di non esserci più, ora voglio pensare solo a riprendermi"

di
  • A
  • A
  • A

Il sollievo dopo l'incubo. Max Biaggi, dimesso dal San Camillo dove era ricoverato dal 9 giugno per un incidente mentre girava in Supermotard, ci ha parlato in esclusiva: "Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini. Ho rischiato di non esserci più e ho capito che la vita è un dono prezioso" ha detto il pilota. "Ho pensato a Schumi e Hayden, ora voglio solo riprendermi. La passione resta intatta, voglio insegnare ai giovani".

Max Biaggi è sollevato e anche estremamente consapevole di quello che gli è capitato. E della fortuna di poterlo raccontare: "Ho capito che la vita è un dono prezioso e non va sprecata. Ho ripercorso il film della mia vita e ho capito di aver realizzato tutto quello che volevo. Ora non devo dimostrare più niente" ha detto ad Alberto Porta l'ex campione mondiale di Motociclismo.

Ora il pensiero è solo uno: "Il mio obiettivo è riprendermi e dare amore e felicità ai miei figli e a tutte le persone che mi amano. Ho pensato molto a gente come Schumi e Hayden: a volte basta un battito di ciglia per perdere tutto". 

Al futuro Max penserà piano piano e alla domanda "Tornerai a correre?" resta cauto anche se sembra dare indizi: "La passione resta incrollabile ma voglio dare spazio ai giovani e insegnare a loro. In questo lavoro il talento da solo non basta, servono altri valori che voglio trasmettere. Ora la mia vita è bella" ha concluso il pilota. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments