TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Serie A: Cagliari-Juve 0-1, bianconeri rimangono in scia Napoli

La sfida decisa nel secondo tempo da una zampata di Bernardeschi. Probabile stiramento per Dybala. Tre legni colpiti

di ANDREA GHISLANDI

Nell'ultimo posticipo della 20a giornata di Serie A, la Juventus batte 1-0 il Cagliari e va in vacanza a un punto dal Napoli. I bianconeri partono forte, ma Dybala e Bernardeschi vengono fermati da traversa a palo. Poi prima Pavoletti e poi Farias impegnano Szczesny, nel secondo caso aiutato dal palo. A inizio ripresa la Juve perde Dybala (probabile stiramento), ma risolve il match grazie a una zampata da pochi passi di Bernardeschi al 74'.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Lapresse

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19

Lapresse

Foto 20

Lapresse

Foto 21

Lapresse

Foto 22
Foto 23
Foto 24
Foto 25
Foto 26
Foto 27
Foto 28
Foto 29

LA PARTITA

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Juve va in vacanza con 50 punti in saccoccia, uno in meno del Napoli, dopo una serata davvero sofferta per merito di un bel Cagliari e di una certa dose di sfortuna che si materializza sotto forma di pali (colpiti da Dybala e Bernardeschi a inizio match) e infortuni (Dybala e Khedira). Poi, non costa nulla ammetterlo, un piccolo grazie a Calvarese va dato, perché risulta davvero incomprensibile come l'arbitro non sia ricorso al Var su un tocco di mano in area di Bernardeschi qualche minuto dopo il gol decisivo dell'ex Fiorentina. In una delle sue serate non migliori, la Vecchia Signora ringrazia due suoi panchinari di lusso, Berna il braccio, e Douglas Costa la mente con lo splendido assist. Così quando Higuain, Madzukic e Dybala steccano, ecco che dal cilindro di Allegri escono altri due conigli che impediscono la fuga al Napoli. I pensieri vacanzieri del tecnico toscano, però, sono tutti per Dybala a poco più di un mese dalla Champions: il problema muscolare non si discute, resta da valutare l'entità. Al Cagliari restano invece gli applausi per la bella prestazione: soprattutto nel primo tempo i sardi hanno giocato alla pari dei campioni d'Italia e, con un po' più di fortuna, potevano strappare un punto meritato.

Il Napoli corre e non rallenta mai e alla Juve non resta che rispondere alla banda Sarri per non perdere terreno. La partenza dei bianconeri alla Sardegna Arena è furibonda, ma il Cagliari ringrazia la buonasorte che si manifesta sotto forma di pali. La traversa dice no alla punizione di Dybala, primo pericolo per la porta di Rafael, poi il portiere brasiliano benedice il legno alla sua destra sul sinistro chirurgico di Bernardeschi. Sono passati solo 17' e i sardi sono già alle corde, ma miracolosamente in piedi. Un buon segno, come il gol annullato a Benatia (fuorigioco giusto), che dà carica ai ragazzi di Lopez, bravi a entrare in partita dopo l'ennesimo spavento (punizione di Pjanic dal limite alta). Se la prima metà della frazione è tutta del colore giallo con cui scende in campo oggi la Juve, la seconda pende decisamente a favore dei padroni di casa. E anche i pochi che ancora storcevano il naso, da stasera non hanno più dubbi: viene dalla Polonia e si chiama Szczesny il degno sostituto di Gigi Buffon. L'ex numero 1 della Roma tiene in piedi la squadra con due super interventi: il primo su un poderoso colpo di testa di Pavoletti, il secondo nel finale sul destro da pochi metri di Farias, in questa occasione con l'aiuto del palo. Il pari del primo tempo è così il risultato più equo.

A inizio ripresa Pavoletti ci prova ancora di testa (palla a lato), poi la Juve perde Dybala: uno scatto prepotente a centrocampo è fatale all'argentino che sente tirare dietro la coscia e chiede il cambio. Allegri sceglie Douglas Costa e la scelta si rivelerà fortunata. In uno scontro con Szczesny si fa male anche Khedira, dentro Mandzukic e cambio di modulo con il passaggio al 4-2-3-1. Come in tante altre occasioni non è però il croato a essere decisivo, ma la coppia di esterni di scorta: Douglas Costa mette a centro area dove Bernardeschi anticipa Pisacane e fulmina Rafael. Proteste Cagliari per un precedente fallo di Benatia su Pavoletti, ma il contatto è troppo lontano dall'azione decisiva. Hanno, invece, buoni motivi di protestare i sardi tre minuti dopo: sul cross di Padoin Bernardeschi colpisce di mano in piena area. Calvarese non chiede il Var e fa male, perché il tocco sembra netto e almeno uno sguardo avrebbe potuto darlo. Lopez le prova tutte, inserendo anche Sau e Giannetti, ma il muro bianconero regge sulla nuova BBC (Barzagli-Benatia-Chiellini). Alla fine Allegri va in vacanza a un punto dal Napoli, ma di sicuro si sarà fatto sentire dai suoi negli spogliatoi. Perché dopo Verona, la sua Juve non lo ha convinto per la seconda volta di fila.

LE PAGELLE

Romagna 7 - Giovane difensore di scuola juventina, fa un figurone davanti al suo vecchio club. Da tenere d'occhio.
Pavoletti 6,5 - Lotta come un leone e di testa sono quasi tutte sue. Un super Szczesny gli dice no.
Pisacane 5,5 - Regge bene come i compagni, ma si perde Bernardeschi sul gol.

Szczesny 7,5 - Due miracoli su Pavoletti e Farias. Il dopo Buffon è in ottime mani.
Bernardeschi 7 - Fermato dal palo nel primo tempo, gol da attaccante di razza nella ripresa. Dubbi su un mani in area.
Dybala 5,5 - Subito una traversa, poi si spegne e va anche ko: una serata no.

IL TABELLINO

CAGLIARI-JUVENTUS 0-1
Cagliari (3-5-2): Rafael 6; Romagna 7, Ceppitelli 6,5, Pisacane 5,5 (43' st Giannetti sv); Faragò 5,5, Ionita 6 (24' st Sau 5,5), Cigarini 6, Barella 6 (41' st van der Wiel sv), Padoin 6; Farias 6, Pavoletti 6,5. A disp.: Cragno, Crosta; Andreolli, Capuano; Deiola, Dessena; Cossu, Melchiorri. All.: Lopez 6
Juventus (4-3-3): Szczesny 7,5; Barzagli 6,5, Benatia 6, Chiellini 6,5, Alex Sandro 5,5; Khedira 5,5 (15' st Mandzukic 5), Pjanic 6, Matuidi 5,5; Bernardeschi 7 (34' st Lichtsteiner sv), Higuain 5, Dybala 5,5 (5' st Douglas Costa 6,5). A disp.: Pinsoglio, Loria, Asamoah, Rugani, Sturaro, Bentancur. All.: Allegri 6
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 29' st Bernardeschi (J)
Ammoniti: Matuidi (J), Bernardeschi (J), Pavoletti (C)

LE STATISTICHE

• Massimiliano Allegri ha vinto 200 partite in Serie A, 100 di questi successi nel massimo campionato italiano sono arrivati alla guida della Juventus.
• La Juventus ha sempre segnato nelle ultime 24 partite fuori casa in Serie A, record assoluto di match esterni consecutivi con almeno un gol realizzato da una squadra nella storia di questa competizione.
• Federico Bernardeschi, partendo quattro volte titolare in questo campionato, ha segnato tre reti.
• Due dei quattro assist di Douglas Costa in questo campionato hanno portato al gol Federico Bernardeschi.
• La Juventus ha mantenuto la porta inviolata in sei delle ultime sette partite in campionato, tante quante volte ci era riuscita nelle precedenti 18.
• La Juventus ha raccolto 50 punti in questo campionato, nell’era dei tre punti a vittoria solo in due occasioni i bianconeri avevano fatto meglio dopo 20 giornate di Serie A (2013/14 e 2005/06).
• Era dalla stagione 2013/14 che una squadra non segnava almeno 49 reti nelle prime 20 giornate di Serie A (anche in quel caso fu la Juventus).
• La squadra bianconera si conferma quella che segna più gol nel secondo tempo nel campionato in corso (28).
• La Juventus ha colpito 13 legni in questo campionato, meno solo della Roma (14).
• La Juventus non aveva mai centrato cosi poche volte lo specchio in un match di questa stagione (due) - tutte le competizioni.

TAGS:
Cagliari
Juventus
Serie a
20a giornata
Dybala
Bernardeschi

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X