Mondiali di ciclismo: storico tris di Sagan

Incredibile successo per lo slovacco, che batte al fotofinish il padrone di casa Kristoff; completa il podio l'australiano Matthews

Mondiali di ciclismo: storico tris di Sagan

Entra nella storia Peter Sagan, che per la terza volta consecutiva sale sul gradino più alto del podio dei Mondiali di ciclismo. Vittoria allo sprint per lo slovacco, che, sul circuito di Bergen, in Norvegia, batte al fotofinish il norvegese Alexander Kristoff; completa il podio l'australiano Michel Matthews. Niente medaglie, invece, per l'Italia, che piazza Matteo Trentin in quarta posizione.

Una gara abbastanza tranquilla fino ai 70 chilometri dal traguardo, poi ci pensa Tim Wellens ad animare la corsa, scattando sul Salmon Hill, unica asperità presente nei 19km del circuito di Bergen da ripetere 11 volte, riuscendo ad evadere dal gruppo insieme ad altri sette corridori, tra cui l'italiano De Marchi, l'olandese Boom e il colombiano Pantano. L'azione dei battistrada, però, dura solo due giri, infatti, grazie a un super scatto di Dumoulin sul penultimo passaggio sul Salmon Hill, il gruppo torna compatto ai 25 chilometri dall'arrivo.

Ai piedi dell'ultimo passaggio sul Salmon Hill, scatta il francese Alaphilippe, seguito a ruota da un super Gianni Moscon. I due scollinano con una decina di secondi di vantaggio sul gruppo, composto da circa trenta atleti. Negli ultimi dieci chilometri i due battistrada provano a resistere, ma prima Moscon, e qualche km dopo Alaphilippe, vengono ripresi dal plotone. Nello sprint finale il più veloce è Peter Sagan, che riesce, negli ultimi 30 metri, a sorpassare il padrone di casa Kristoff, che si deve accontentare della seconda piazza. Completa il podio l'australiano Matthews, che precede Matteo Trentin, primo degli azzurri.

A fine gara Gianni Moscon è stato squalificato perché per rientrare in gruppo dopo la caduta è stato trainato dall'ammiraglia. Azione scorretta ripresa dalle telecamere e il giovane è stato estromesso dall'ordine d'arrivo. Il ct Cassani poi si è preso le sue responsabilità con un tweet: "È stata colpa mia, chiedo scusa a tutti".

TAGS:
Mondiali
Ciclismo
Bergen

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X