Nuoto, Mondiali: Paltrinieri divino, è sempre lui il re

Greg vince l'ennesimo oro, è stata dura contro l'ucraino Romanchuk. Quarto Detti, dietro a Horton

Gregorio Paltrinieri è campione del mondo nei 1500 metri stile libero. L'azzurro conquista una straordinaria medaglia d'oro nell'ultima giornata dei Mondiali di Budapest 2017 con il tempo di 14'35"85. L’olimpionico precede l'ucraino Romanchuk (14'37"14), al termine di una vera e propria battaglia, e l'australiano Horton (14'27"70). Quarto posto, invece, per l'oro mondiale degli 800 metri stile libero, Gabriele Detti, che chiude in 14'52"07.

Gregorio Paltrinieri si conferma il 'Re' dei 1500 metri stile libero, conquistando una straordinaria medaglia d'oro in quella che ormai è la sua gara. Dopo la vittoria a Kazan e quella alle Olimpiadi di Rio, super Greg scrive un'altra pagina indelebile del nuoto azzurro, diventando l'unico italiano, insieme con Filippo Magnini, a trionfare nella stessa gara per due edizioni consecutive dei Mondiali. Alla Duna Arena di Budapest, è subito l'australiano Mack Horton a prendere il comando delle operazioni, seguito dai due fuoriclasse azzurri: Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti. Dopo i primi 200 metri, però, Greg si porta in prima posizione mentre Detti, vincitore negli 800 metri stile libero, non riesce a tenere il passo del connazionale e di Mykhaylo Romanchuk, la vera sorpresa nelle semifinali.

Ai 500 metri è sempre il campione olimpico in carica a stare davanti, nuotando sugli stessi tempi del record del mondo di Sun Yang, ma l'ucraino non molla di un centimetro. Alle loro spalle, Horton deve difendersi dal recupero di Gabriele Detti che, però, sembra non avere la stessa brillantezza ostentata negli 800 e nei 400 metri sl. A otto vasche dalla fine arriva l'accelerazione improvvisa ed incontenibile di Paltrinieri, che coglie di sorpresa Romanchuk. Il distacco cresce oltre il secondo e Greg può volare verso un altro incredibile oro mondiale, il secondo dopo quello di Kazan. Dopo la delusione per il terzo posto negli 800 metri stile libero, dunque, Paltrinieri può festeggiare, chiudendo con il tempo di 14'35"85, davanti all'ucraino Romanchuk (14'37"14) ed all'australiano Horton (14'47"70), bravo a difendersi dall’assalto di Gabriele Detti, che deve accontentarsi del quarto posto con il tempo di 14'52"07.

"Me la sono guadagnata. Sono contento, perché è stata una gara difficile. Più del previsto. Ho quasi vinto allo sprint, sembra una barzelletta ma non è così". Così Gregorio Paltrinieri commenta ai microfoni della Rai la vittoria della medaglia d'oro nei 1500 sl ai Mondiali di Budapest. "Ci sono tanti avversari che mi stimolano e che mi spingono a fare sempre meglio", ha aggiunto il campione azzurro. "Nello sport a volte vinci e a volte perdi. Certo non ero contento per come ho gestito gli 800. Ho cercato di nuotare bene dall'inizio, non ce l'ho fatta a scrollarmi di dosso l'avversario ma alla fine ho vinto", ha concluso Paltrinieri. Sull'esultanza finale, l'azzurro ha detto: "Avevo solo voglia di gridare".

TAGS:
Altrisport
Nuoto
Mondiali
Paltrinieri
Detti

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X