SUPERLEGA/A1 DONNE

Volley, Superlega: Monza vince, ma Padova festeggia l’ingresso ai quarti di Coppa Italia  

Finisce 3-2 a favore dei brianzoli, ma sono i veneti a esultare per essere tra le otto del torneo. Tra le donne Novara stende 3-0 Casalmaggiore ed è terza

  • A
  • A
  • A

La Vero Volley Monza vince 3-2 (25-20, 25-23, 19-25, 23-25, 18-16) lo strano spareggio contro la Kioene Padova per accedere ai quarti di finale di Coppa Italia, ma alla fine sono i veneti a potere festeggiare l’ingresso tra le prime otto e dunque la partecipazione al torneo. Monza parte forte ma non riesce a evitare il tie-break, che era l’obiettivo minimo di Padova. In A1 femminile Novara stende 3-0 Casalmaggiore e la sorpassa in classifica al terzo posto.

SUPERLEGA
In avvio di match i monzesi sbagliano poco o nulla e guadagnano un vantaggio progressivo fino al 25-20 che indirizza il match verso i padroni di casa: 1-0. Nel secondo parziale Padova reagisce e scatta avanti 7-5; Monza sfrutta i troppi errori dei veneti e si riporta avanti 13-11 ma nella parte centrale del set Travica e compagni tornano avanti fino al 21-18. Nel finale si scatenano Kurek, Louati e Dzavoronok per ribaltare la situazione e Padova va di nuovo alle corde, facendosi raggiungere a quota 22 e superare sul 25-23 che sancisce il 2-0 per la squadra di casa. Padova non ha più nulla da perdere e alza ulteriormente il ritmo sia in battuta sia in attacco nel terzo set. Stavolta è Monza ad andare in difficoltà: i veneti limitano gli errori, volano sul 18-13 e il Vero Volley perde temporaneamente Kurek, vittima di un lieve infortunio all’addome. Il polacco esce e Monza non recupera, lasciando via libera alla Kioene, che vince 25-19 e accorcia le distanze.

I veneti ci credono, anche perché un solo set li divide dagli quarti di finale di Coppa Italia e sono loro a fare la voce grossa in tutta la prima parte del secondo set. Monza riesce comunque a rimontare dal 20-23 fino al 23 pari, ma un attacco staccato da rete di Randazzo, con tocco millimetrico del muro avversario e un muro imperioso della Kioene su Kurek, regalano a Padova il tie-break (25-23) e, quel che più conta, la certezza di essere tra le prime otto alla fine del girone di andata e dunque di essere ai quarti di Coppa Italia. Le speranze di Monza di entrare fra le prime otto sono appese a un filo. Hernandez porta Padova al set ball con un ace (14-15). Kurek e il muro di Yosifov ribaltano di nuovo tutto (16-15). Al quinto match point Monza riesce ad avere la meglio con un mani out di Dzavoronok da zona 4 e ora deve sperare nella sconfitta di Verona per volare ai quarti di finale di Coppa Italia.

A1 FEMMINILE
Vittoria pesante della Igor Gorgonzola Novara, che nell’anticipo della dodicesima giornata della Serie A1 di volley femminile supera per 3-0 (25-22, 25-22, 25-19) Casalmaggiore e la supera in classifica, salendo così al terzo posto. Grande equilibrio in avvio: il primo allungo è di Novara, che grazie a Brakocevic e Vasileva sale prima sul 9-6 e poi sul 15-12. Casalmaggiore però non molla e grazie a Cuttino e Popovic rientra sul 16-16. È però ancora Vasileva a portare Novara all’allungo, fino alle palle set sul 24-19. Le ospiti annullano le prime tre, ma poi è fatale un errore al servizio per il 25-22, che consente alla Igor Gorgonzola di fare proprio il parziale di apertura. Casalmaggiore reagisce in avvio di secondo set, portandosi avanti 3-6, complice qualche difficoltà di Novara in ricezione. Le ospiti toccano anche il +4 sul 6-10 ma Novara rientra prepotentemente e arriva al sorpasso sul 14-13. Vasileva è davvero straripante a tratti e porta le piemontesi sul 18-14, con la Pomì che cerca di tornare sotto ma il muro di Brakocevic inchioda a terra il pallone di un altro 25-22 alla prima palla set. Il terzo set vede Novara sempre in controllo a partire dal primo break sul 9-7. Carcaces prova a tenere in vita Casalmaggiore, ma Di Iulio e Vasileva portano la Igor sul 19-14 e l’errore al servizio di Cuttino consente alle padrone di casa di avere sei palle match sul 24-18. Alla seconda opportunità è proprio Di Iulio a far esplodere il PalaIgor sul 25-19 finale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments