EUROPEI

Volley, Europei maschili 2019: l'Italia trema con la Grecia, poi si ritrova e vince

Secondo successo in due partite per gli Azzurri, che ribaltano una partita complicata: finisce 17-25, 25-23, 25-19, 25-18

  • A
  • A
  • A

Soffre l'impossibile ma vince: l'Italia del volley batte in quattro set la Grecia nella seconda uscita degli Europei 2019 e lo fa dopo essersi trovata a un passo dal baratro. Dominati nel primo set e quasi raggiunti dagli avversari nel secondo, gli Azzurri si sciolgono e ribaltano le sorti della partita: finisce 17-25, 25-23, 25-19, 25-18. Sugli scudi in particolare Simone Giannelli, a corrente alternata Ivan Zaytsev, in ombra Oleg Antonov.

Per l'Italvolley sono due su due, ma il successo contro la Grecia vale se possibile molto di più rispetto a quello fin troppo facile nel debutto contro il Portogallo. I ragazzi di coach Blengini riescono infatti a prevalere sulla Grecia nonostante un avvio shock, mostrando di possedere non solo il talento e la potenza sfoggiati contro i lusitani: ma anche carattere e tempra, che potranno tornare decisamente utili nel prosieguo del torneo.

L'inizio è infatti terribile per l'Italia: la Grecia è compatta e fa male soprattutto con il primo tempo, costantemente a segno mentre gli Azzurri non riescono a prendere le contromisure specialmente a muro. La sfida resta però equilibrata fino a due ace consecutivi a segno da parte di Zoupani. Anche Zaytsev non riesce a incidere, e su un suo diagonale da seconda linea giudicato fuori dopo il Challenge, Blengini chiama il time-out: "Stiamo calmi, forzando il gioco prima o poi commetteranno errori. Ora li dobbiamo controllare". Avrà ragione lui. Intanto, però, la partita rimane un calvario. Colaci si immola per recuperare un pallone finito quasi sugli spalti, perché il successivo attacco premia la Grecia. Poi Zaytsev e Juantorena commettono diversi errori, mentre la Grecia si infila ovunque e sempre con le stesse armi: penetrando nel muro azzurro e anticipando l'Italia con il primo tempo. E con due ace di Voulkidis si chiude un set dominato dalla Grecia, soprattutto dal punto di vista mentale.

Ci si aspetta una riscossa azzurra, che nel secondo set arriva ma rischia di sfumare sul più bello. Si parte punto su punto, poi Juantorena ne infila tre di fila trovando l'importantissimo 9-6. La partita sembra definitivamente recuperata quando Piano alza il primo muro vincente sul 15-9, ma gli Azzurri continuano ad accendere e spegnere la luce: anche Zaytsev, che alterna punti ad alto livello di spettacolarità con erroracci velenosissimi (come un attacco violentissimo ma completamente sballato o un servizio in piena rete). La rimonta ellenica si conclude con due ace di Koumentakis, che riportano la sfida sul 23-23. Di nuovo un time-out di Blengini, che riavvia la mente degli Azzurri: Juantorena regala all'Italia un set complicatissimo, ma che cambia la storia della partita.

Tornata sull'1-1, infatti, l'Italvolley non si ferma più: Juantorena guida la carica, mentre Zaytsev e Antonov continuano a commettere errori. All'improvviso però l'Italia centra un break di 6-0, di fronte al quale la Grecia fatica a reagire. Fondamentale anche l'ingresso in campo di Candellaro, che dà una grossa mano soprattutto in attacco. Intanto Zaytsev sistema il muro e questo regala agli Azzurri non solo punti, ma anche la sicurezza che sembrava smarrita nei primi due set. Il vero leader della squadra diventa quindi un grande Simone Giannelli, mentre i punti pesanti sono firmati da Candellaro (uno anche grazie a un ace). Giannelli poi serve con una mano a Juantorena per la diagonale del 25-19.

L'Italia mette la freccia e nel quarto set di fatto deve solo controllare: l'allungo giusto è costruito ancora una volta da Giannelli, che serve con una prodezza Zaytsev per una parallela a segno. Anche l'ottimo Zoupani inizia a scomporsi, e quando Candellaro alza un muro perfetto si capisce che i titoli di coda sono vicini. La Grecia inizia a sbagliare un punto dopo l'altro (proprio come previsto da Blengini nel momento più duro): invasioni, attacchi fuori misura, falli in palleggio. L'Italia invece rimane sul pezzo: anche Anzani fa il suo, Giannelli e Candellaro continuano a martellare e finalmente anche Antonov (serata quantomeno complicata per lui) trova un paio di attacchi vincenti. Bisogna solo chiuderla, ed è quasi giusto che a farlo sia Giannelli con l'ace. In una serata difficile, con il naufragio vicino, con uno Zaytsev meno incisivo del solito, il capopopolo degli Azzurri è stato il giovane bolzanino. E una buona fetta di questa fondamentale vittoria è sua.

Vedi anche Volley, Europei maschili 2019: monumentale Zaytsev, l'Italia esordisce schiantando il Portogallo Volley Volley, Europei maschili 2019: monumentale Zaytsev, l'Italia esordisce schiantando il Portogallo

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments