VOLLEY A1 DONNE E SUPERLEGA

Volley: Civitanova campione d’inverno, a Perugia la sfida tra seconde. Rullo Conegliano tra le donne

La Lube si sbarazza facilmente dei veneti, la Sir Safety piega 3-1 Modena. Nel femminile tutto facile per le campionesse del Mondo

  • A
  • A
  • A

Civitanova prosegue il suo percorso netto in Superlega e si laurea campione d’inverno. La formazione di De Giorgi s’impone nettamente a Padova con un secco 3-0 (25-12, 25-20, 25-18) e consolida la vetta. Alle sue spalle c’è Perugia, che ottiene il secondo posto solitario dopo avere vinto lo scontro diretto 3-1 contro Modena (25-21, 18-25, 25-20, 25-19). In Serie A1 femminile Conegliano spazza via 3-0 Chieri (25-19, 25-16, 25-16); Novara piega 3-1 Perugia.

SUPERLEGA
Vittoria senza storia per i campioni del Mondo della Lube Civitanova, che schiacciano Padova sul suo campo con un netto 3-0 (25-12, 25-20, 25-18), continuando nel loro percorso netto in Superlega (11 vittorie su 11 partite disputate) e laureandosi campioni d’inverno con un turno d’anticipo. I marchigiani possono vantare quattro lunghezze di vantaggio su Perugia (con una partita giocata in meno) e addirittura sette su Modena (a parità di incontri disputati). I ragazzi di coach Fefé De Giorgi giocano con molta semplicità alla Kioene Arena: a fare a differenza è soprattutto il centrale Simon (17 punti, 5 muri, 4 aces), ben supportato dagli schiacciatori Yoandy Leal (11) e Osmany Juantorena (7), oltre che dall’opposto Kamil Rychlicki (10). Alle spalle di Civitanova c’è Perugia, che si aggiudica lo spareggio tra seconde contro Modena 25-21, 18-25, 25-20, 25-19. Prestazione fantasmagorica del fuoriclasse Wilfredo Leon, autore di 31 punti (6 aces) che soppiantano letteralmente gli uomini di Andrea Giani. I padroni di casa ringraziano anche Aleksandar Atanasijevic (15) e Filippo Lanza (14) mentre ai Canarini non bastano Bartosz Bednorz (21, 5 aces), Matt Anderson (15) e uno spento Ivan Zaytsev (13).


Trento è corsaro a Sora e si porta a un solo punto di distacco da Modena grazie al netto successo sul campo del fanalino di coda. Il 3-0 (25-20, 25-21, 25-16) con il quale i dolomitici superano i laziali vede protagonisti Simone Giannelli (4 muri) che manda in doppia cifra Luca Vettori (10) e Srecko Lisinac (10); 9 sigilli per Klemen Cebulj. Milano consolida la sua quinta posizione in classifica grazie al 3-1 su Latina (25-18, 24-26, 25-17, 25-22). Nimir Abdel-Aziz è sempre più scatenato con i suoi 30 punti (5 aces) e, insieme a Nemanja Petric (15) e Trevor Clevenot (14), trascina la Powervolley al successo casalingo contro Latina. A completare il quadro di giornata è il successo di Vibo Valentia contro Monza: i calabresi s’impongono al tie-break con un super Aboubacar Neto Drame (20 punti, 3 aces, 3 muri) e conquistano un’affermazione cruciale in ottica salvezza, mentre i brianzoli non riescono a ingranare e sciupano una ghiotta occasione in ottica qualificazione alla Coppa Italia (oggi 18 punti di Bartosz Kurek, 17 a testa di Donovan Dzavoronok e Yacine Louati).
 
SERIE A1 DONNE
Conegliano torna a vincere per la prima volta in campionato dopo il trionfo mondiale: Chieri viene stesa al PalaVerde 3-0 (25-19, 25-16, 25-16). Coach Daniele Santarelli tiene a riposo Miriam Sylla ma torna a contare sull’opposto Paola Egonu (13 punti), sulla centrale Robin De Kruijf (13, 3 muri) e su Kimberly Hill (8); c’è stato spazio anche per Indre Sorokaite, autrice di 8 punti. Busto Arsizio tiene il passo della Capolista andando a imporsi a Monza 3-1 (26-24, 25-18, 26-28, 25-22) nell’attesissimo derby lombardo. Britt Herbots (17 punti), Karsta Lowe (14, 3 aces), Sara Bonifacio (14, 4 muri) vengono ben imbeccate da Alessia Orro e riescono ad avere la meglio contro le brianzole di Flo Meijners (21), Hanna Orthmann (20) e Serena Ortolani (13).

Novara approfitta della sconfitta proprio di Monza (e di Firenze) per salire al quarto posto grazie a un secco 3-0 (25-13, 20-25, 25-17, 25-19). 20 punti di Elitsa Vasileva, 16 di Megan Courtney, 12 di Cristina Chirichella, 5 muri di Valentina Arrighetti sono utili per avere la meglio sul fanalino di coda, a cui non bastano Giulia Mio Bertolo (12) e Rosamaria Montibeller (12). Firenze svicola in classifica dopo la sconfitta per 3-0 (25-22, 25-19, 25-17) sul campo di una sbalorditiva Filottrano, che pian piano sta mettendo al sicuro la sua permanenza nella massima serie: Anna Nicoletti (13 punti) e Giulia Angelina (14) vincono nettamente la sfida contro Sylvia Nwakalor (13) e Nika Daalderop (10). Seconda vittoria consecutiva per l’ambiziosa Scandicci che detta legge in casa 28-26, 25-23, 25-13 contro Caserta, che resta così invischiata nella lotta per non retrocedere insieme a Cuneo e a Perugia: 16 punti di Samantha Bricio (6 aces per il martello messicano), 13 punti per una sempre più positiva Elena Pietrini (3 aces), 12 sigilli per la centrale Marina Lubian e così le campane della solita Alexa Gray (13) si devono arrendere.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments