Volley, Champions League: Conegliano batte 3-0 il Fenerbahce

Nell'andata della semifinale la Imoco Volley non lascia scampo alla squadra turca

  • A
  • A
  • A

In Europa come in Italia Conegliano continua a vincere, ma questa volta il 3-0 (25-21, 25-23, 26-24) sul Fenerbahce ha un'importanza diversa da altre serate perché in palio c'è la finale di Champions League di volley femminile. L'andata della semifinale sorride alla squadra delle azzurre Danesi e Sylla, nonostante dall'altra parte ci sia una grande Vargas. Conegliano è così un po' più vicina all'ultimo atto della competizione.

Una prestazione scintillante sotto ogni punto di vista e uno stato di forma eccezionale proprio nel momento più importante della stagione. Quello in cui ci si gioca la finale della Champions League femminile e in cui stanno per iniziare i playoff. In Italia Conegliano è campione in carica e sarà testa di serie numero 1, in Europa le ragazze della Imoco Volley hanno voglia di fare qualcosa di speciale. E la notte del PalaVerde è magica per Danesi, Sylla e compagne, capaci di soffocare il Fenerbahce con un netto 3-0 finale al termine di una partita intensa, tra due grandi squadre, in cui però Conegliano ha messo in mostra un livello di gioco, attacco e difesa, elevatissimo. Primo set che si gioca punto a punto, con le squadre che faticano a mettere per terra il pallone, tra grandi muri e ottime difese. L'allungo decisivo è di Conegliano che si porta sul 21-17 con l'attacco di Hill e mantiene il margine per chiudere 25-21. Secondo set ancora più in bilico, Vargas continua a trovare il modo di fare punto (23 alla fine per lei), Conegliano però risponde risalendo da 12-17 e con un'entusiasmante rimonta si prende il secondo parziale 25-23. Terzo set caratterizzato da Anna Danesi che in un momento di delirio tecnico si fa sentire a muro, in attacco e in battuta per tenere a contatto Conegliano. Nel finale sbaglia anche la Vargas che manda sulle mani di De Krujif il pallone della festa Imoco che chiude 26-24. Semifinale di ritorno il 9 aprile a Istanbul.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments