Pennetta e Vinci, dalla Puglia all'Olimpo del tennis

Il vero peccato: che una delle due, alla fine, dovrà perdere

di
  • A
  • A
  • A

Una linea da ovest a est lunga 73 chilometri. La distanza che separa Taranto da Brindisi, il mar Ionio dall'Adriatico. A Taranto è nata Roberta Vinci, a Brindisi, Flavia Pennetta. Tutte e due di febbraio ma Flavia è di un anno più vecchia. A New York, precisamente nel Queens, la coppia giocherà l'incontro che vale una carriera. Quella di Flavia pareva un cammino da predestinata tant'è che che è stata la prima italiana a entrare tra le migliori 10 al mondo, poi un brutto infortunio aveva rischiato di chiudere in anticipo la sua carriera. Complessa invece la vicenda agonistica di Roberta che lassù è arrivata più tardi, trovando nel doppio - con Sara Errani - le soddisfazioni più belle. Nelle semifinali offrivano l'impressione di essersi imbucate a una festa organizzata per altre ragazze, ma alla fine applausi,sorrisi e lacrime erano solo per loro. Battere le prime due al mondo nel giro di una manciata di ore apparteneva alla categoria delle ipotesi remote. Eppure ce l'hanno fatta, sottolineando una delle più grandi imprese nella storia dello sport femminile italiano. Peccato che, come nel film Highlander, ne resterà solo una.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments