Tennis, Wimbledon: Nadal e Federer agli ottavi sul velluto

Lo spagnolo vince 6-2, 6-3, 6-2 contro Tsonga, lo svizzero batte Pouille 7-5, 6-2, 7-6

  • A
  • A
  • A

Rafa Nadal e Roger Federer volano agli ottavi di finale di Wimbledon. Lo spagnolo non ha molti problemi nello sbarazzarsi di Jo-Wilfried Tsonga, chiudendo il match in tre set 6-2, 6-3, 6-2 in un'ora e 47 minuti in una partita mai in discussione. Passa al quarto turno in scioltezza anche lo svizzero, che supera l'altro francese Lucas Pouille 7-5, 6-2, 7-6 senza soffrire troppo. Il campione elvetico affronterà la prossima settimana Matteo Berrettini.

IL MATCH DI NADAL
Che Jo-Wilfried Tsonga non sia più il giocatore spettacolare di qualche anno fa è indiscutibile. Probabilmente, però, nemmeno Rafa Nadal pensava di avere così vita facile: in un'ora e 47 minuti la pratica viene già ampiamente archiviata, senza che allo spagnolo venga opposta troppa resistenza. Nadal tiene agevolmente il servizio nel game inaugurale. Il pallonetto vincente dello spagnolo non scompone Tsonga, che pareggia i conti dei giochi. Da questo momento in poi non c'è più partita nel primo parziale: il maiorchino trova bene il tempo e la potenza per portarsi a casa il terzo game, poi il dritto inside-in di Tsonga è di poco largo e così arriva il break del mancino di Manacor, che lo conferma attaccando il rovescio del francese. Nadal vola sul 5-2 con la seconda di servizio; Tsonga è in palese difficoltà e si lascia andare a un ingenuo doppio errore consecutivo, che di fatto regala il primo set al campione iberico. I due tengono entrambi bene le loro rispettive battute all'inizio del secondo set. Nel quarto game Tsonga ritrova la propria aggressività, fa sua la prima di servizio e riesce a conquistare il suo miglior gioco della partita (2-2). Un dritto velenoso di Nadal induce all'errore l'avversario, che schiaccia a rete; poi il game più lungo del match termina con un doppio fallo di Tsonga, per il break dello spagnolo. Rafa vola sul 5-2 tenendo con facilità il servizio. Il francese vince con tenacia il gioco del 3-5, ma Nadal è assolutamente impeccabile alla battuta e si porta tranquillamente a casa anche il secondo set. Un rovescio lungo dello spagnolo consente a Tsonga di vincere il primo gioco del terzo set, ma Nadal rimonta spingendo l'avversario da una parte all'altra per poi costringerlo all'errore per il doppio break (4-1). Il numero 2 al mondo non sbaglia il suo rovescio, Tsonga allunga di un game il match raggiungendo quota 10 ace, ma si deve inchinare nell'ultimo decisivo gioco. Rafa Nadal raggiunge Borg a quota 51 successi a Wimbledon e vola agli ottavi di finale.

IL MATCH DI FEDERER 
Lo svizzero si prende il primo turno di servizio a zero; il francese pareggia i conti con un bell'ace esterno. La grande prima esterna di Federer gli vale il 2-1, prima che Pouille trovi uno splendido smash da fondo e costringa poi all'errore il numero 3 al mondo, il cui rovescio termina in rete (2-2). I due sfidanti indovinano le rispettive prime esterne, poi la deliziosa stop volley del campione elvetico gli consente di andare sul 4-3. Pouille non molla il colpo e, sfruttando due risposte sbagliate di Federer, impatta sul 5 pari. Tuttavia lo svizzero si prende il primo set, forzando la seconda e poi sfruttando un errore conclusivo con il dritto di Puoille. Decisamente senza storia il secondo parziale: lo svizzero risponde meravigliosamente con il dritto ed induce all'errore dell'avversario, prendendosi il primo break. Il francese perde colpi e subisce il doppio break su un passante di rovescio sublime. Puoille strappa il contro-break su un rovescio fuori misura di Federer e poi con un ace vincente accorcia sul 2-4. King Roger torna a ingranare la marcia e chiude anche il secondo set con una prima vincente e con un passante di dritto che Pouille non riesce a gestire. Parte un bel testa a testa nel terzo parziale, ma Federer dimostra sempre grande lucidità; il perfetto serve and volley gli vale il 5-4, la smorzata vincente porta il punto del 6-5 ma Pouille lo obbliga al tie-break. Federer non si scompone e supera il francese 7-4, vincendo l'incontro. Agli ottavi di finale si troverà davanti Matteo Berrettini.

GLI ALTRI
Si conclude ufficialmente la prima settimana del torneo di Wimbledon. Kei Nishikori, numero 7 al mondo, stacca il pass per gli ottavi di finale prevalendo nettamente sullo statunitense Steve Johnson 6-4, 6-3, 6-2 dopo un'ora e 52 minuti di gioco. Al quarto turno affronterà il kazako Michail Kukushkin, vincente contro il tedesco Jan-Lennard Struff 6-3, 7-6, 4-6, 7-5. Anche l'americano Sam Querrey riesce ad avere la meglio in tre set contro l'australiano John Millman, che però costringe due volte l'avversario al tie-break; finisce 7-6, 7-6, 6-3. Il portoghese Joao Sousa elimina il padrone di casa Daniel Evans 4-6, 6-4, 7-5, 4-6, 6-4; sulla sua strada incontrerà Rafa Nadal.

TABELLONE FEMMINILE
Completato il terzo turno del torneo di Wimbledon per quanto riguarda il singolare femminile. La numero uno, l'australiana Ashleigh Barty, dà un dispiacere al pubblico casalingo sconfiggendo con un duplice 6-1 in poco più di 50 minuti la beniamina di casa Herriet Dart e agli ottavi sfiderà la statunitense Alison Riske, vincitrice in tre set per 4-6, 6-4, 6-4 sulla numero 13, l'elvetica Belinda Bencic. In tre set viene risolta anche la sfida con la quale la belga Elise Mertens (numero 21) elimina la cinese Qiang Wang, testa di serie numero 15, imponendosi per 6-2, 6-7, 6-4, e nella seconda settimana se la vedrà con la boema Barbora Strycova, che sconfigge la numero 4, (l'olandese Kiki Bertens) per 7-5, 6-1 in una sfida combattuta per un solo parziale. Agli ottavi anche la spagnola Carla Suarez Navarro, testa di serie numero 30, che pone fine in poco più di un'ora all'avventura della statunitense Lauren Davis con un duplice 6-3, ma ora affronterà Serena Williams (numero 11) che fa fuori la tedesca Julia Goerges con un eloquente 6-3, 6-4. Nel primo incontro di giornata la ceca Petra Kvitova, numero 6, stoppa il cammino della polacca Magda Linette, battendola in 70 minuti per 6-3, 6-2; nel quarto turno avrà di fronte la padrona di casa britannica Johanna Konta (numero 19) che rimonta ed elimina la nona testa di serie, la statunitense Sloane Stephens, con il punteggio di 3-6, 6-4, 6-1.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments