US OPEN

Tennis, Us Open: Zverev cede un set ma avanza, Kvitova senza problemi

Il tedesco chiude in quattro set il match contro il diciannovenne Nakashima, la ceca soffre nel primo contro Kozlova ma finisce in scioltezza

  • A
  • A
  • A

Assieme a Goffin (6-7, 6-4, 1-6, 4-6 a Harris), Zverev è il primo top ten ad accedere al terzo turno degli US Open, obiettivo centrato prevalendo 5-7, 7-6, 6-3, 6-1 sul giovane californiano Nakashima in poco meno di tre ore. Molto meno impiegano le due Petra Kvitova e Martic, per sbarazzarsi di Kozlova e Bondarenko, battute rispettivamente 7-6, 6-2 e 6-3, 6-4. Avanza anche la Kerber, abile a superare in due set (6-3, 7-6) la Friedsam.

TABELLONE MASCHILE
Esattamente come nel primo turno contro Opelka, anche contro il sudafricano Harris David, Goffin (testa di serie numero 7) cede il secondo set allungando oltremodo il proprio tempo di permanenza in campo. Il primo set più che per il tiebreak vinto dal belga verrà ricordato per l’interminabile secondo game vinto dopo 22 punti proprio dal nativo di Liegi. Nel secondo parziale i due tennisti si strappano il servizio a vicenda per cinque giochi consecutivi, una sequenza che alla fine Harris interrompe a suo favore imponendosi per 6-4 e riportando in parità la contesa. Goffin riprende in mano le redini della partita nel terzo set dove “brekka” per due volte di fila l’avversario chiudendo con un emblematico 6-1. L’equilibrio torna quindi a farla da padrone finché nel nono game del quarto set Harris cede nuovamente il servizio e Goffin con freddezza manda i titoli di coda sulla partita siglando il secondo 6-4 del match. Corre qualche rischio pure Alexander Zverev che, dopo aver vinto il primo set grazie a un break nell’undicesimo gioco, cede l’infinito tiebreak del secondo parziale al classe 2001 Nakashima. Lo statunitense fallisce tre set point, si fa rimontare dal tedesco ma alla fine la sua tenacia paga e con tre punti consecutivi ottiene il 7-6. Nel terzo set i due procedono a braccetto fino al quarto gioco in cui Zverev strappa il servizio al rivale ottenendo poi senza troppe difficoltà il 6-3 che lo scioglie definitivamente e gli consente di far suo il quarto parziale per 6-1.

TABELLONE FEMMINILE
In campo femminile, soffre invece nel primo set Petra Kvitova contro l’ucraina Kozlova che non può che rimpiangere l’opportunità avuta nel primo parziale quando, servendo sul 5-4 a suo favore, perde la battuta e permette all’avversaria di rientrare in gioco. La ceca non si fa sfuggire l’occasione e, dopo non aver sfruttato un set point sul 6-5 della rivale, con quattro punti di fila si aggiudica agilmente il tiebreak. Nel secondo set l’ex bi-campionessa di Wimbledon prende il largo fin da subito, strappa la battuta a Kozlova anche nel quinto game e chiude poco dopo 6-2 la propria fatica nel secondo turno.

Come lei, anche la testa di serie numero 8 Petra Martic avanza senza troppi patemi battendo in due set l’altra ucraina Kateryna Bondarenko. L’ucraina parte male concedendo subito il break in apertura e non riesce a raddrizzare la contesa perdendo invece nuovamente il servizio nel quinto gioco. Nel momento di chiudere la pratica del primo set la croata però trema al servizio e concede il game all’avversaria la quale, tuttavia, non conferma quanto di buono fatto appena vedere e si lascia sopraffare per il 6-3 nel primo parziale. Nel secondo set il match è decisamente più equilibrato ma nel decimo gioco Bondarenko, di nuovo spalle al muro sul 4-5, cede alla pressione e perdendo la battuta fa sì che sia Martic ad avanzare al turno successivo. Nella stessa parte del tabellone prosegue anche il cammino della campionessa del 2016 Angelique Keerber che mette subito in discesa il derby tedesco contro Friedsam strappandole la battuta nel secondo game. Il margine guadagnato è sufficiente per permetterle di imporsi 6-3 nel primo parziale mentre nel secondo entrambe perdono all’inizio i rispettivi servizi trascinandosi così al tiebreak dove Kerber chiude alla prima occasione utile in suo favore.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments