Tennis, Sydney: Seppi battuto in finale da De Minaur

L'azzurro deve arrendersi al giovane australiano con il punteggio di 7-5, 7-6 in due ore di gioco

Andreas Seppi si ferma sul più bello. A quasi sette anni dall'ultima vittoria in un torneo Atp (Mosca 2012), l'azzurro si arrende in due set (7-5, 7-6) all'australiano Alex De Minaur in 2h6' di gioco nella finale dell'Atp 250 sul cemento di Sydney. Decisivo, nel primo set, il break nel dodicesimo gioco, mentre nel secondo, il bolzanino strappa il servizio all'avversario ma poi regala il game successivo, cedendo solo al tie-break.

Tennis, Seppi battuto in finale a Sydney

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Andreas Seppi si ferma sul più bello. A quasi sette anni dall'ultima vittoria in un torneo Atp (Mosca 2012), l'azzurro si arrende in due set (7-5, 7-6) all'australiano Alex De Minaur in 2h6' di gioco nella finale dell'Atp 250 sul cemento di Sydney. Decisivo, nel primo set, il break nel dodicesimo gioco, mentre nel secondo, il bolzanino strappa il servizio all'avversario ma poi regala il game successivo, cedendo solo al tie-break.

>

Alla nona finale Atp della carriera, Andreas Seppi va a caccia dal quarto titolo, a 7 anni di distanza dall'ultimo, conquistato a Mosca nel 2012. Terza finale, invece, per Alex De Minaur, il suo giovane avversario, che nella passata stagione ha già perso contro Seppi nel primo turno del torneo di Monte Carlo sulla terra rossa. La partita inizia subito bene per l’azzurro, che piazza un break nel primo gioco dell'incontro, sfruttando le accelerazioni con il dritto, che trovano impreparato l'australiano. Seppi fatica a trovare la prima di servizio (4/12) ma resiste ai tentativi dell'imberbe De Minaur, portandosi sul 2-0. Per la terza volta, si arriva ai vantaggi, con l'australiano che sciupa da 40-0 ma poi è bravo a conquistare il suo primo game dell'incontro. Il bolzanino preferisce scambiare da fondo campo piuttosto che provare ad attaccare a rete e la scelta, almeno in avvio, paga i dividendi: 3-2 Seppi e servizio. Alla lunga, però, l’atteggiamento remissivo del numero 37 della classifica Atp ringalluzzisce De Minaur, che prende coraggio e trova le contromisure al gioco lineare, ma falloso di Seppi: prima piazza il contro-break nel sesto gioco e poi si ripete nel dodicesimo, aggiudicandosi la prima frazione sul punteggio di 7-5 in un'ora e 4 minuti di gioco.

Dopo aver chiuso in affanno il primo set, il momento di appannamento di Seppi prosegue anche all'inizio del secondo, con De Minaur che conserva il proprio turno di servizio senza troppi patemi. Il bolzanino salva tre palle break e, con le unghie e con i denti, difende la battuta, portandosi sull'1-1. Quattro turni rapidi al servizio ed è 3-3, con il punto esclamativo dell'azzurro, che piazza un ace. Seppi dà fondo alla propria riserva di energie e, alla prima occasione, piazza il break che sorprende De Minaur. Il vantaggio, però, è solo un'illusione: l'azzurro gioca un bruttissimo ottavo game, regalando tutti i punti al suo avversario, che si riprende il servizio e impatta sul 4-4. L'equilibrio non si spezza e, inevitabilmente, si arriva al tie-break; qui, a fare la differenza sono ancora una volta gli errori non forzati. Sul 4-4 De Minaur commette un sanguinoso doppio fallo ma Seppi non ne approfitta e, anzi, risponde con tre errori in fila, (prima con il dritto lungo linea e poi con il rovescio), che regalano la vittoria all'australiano: a Sydney finisce 7-5, 7-6(7-5) in due ore e 6 minuti di gioco. Si tratta della prima vittoria in carriera in un torneo Atp per De Minaur, giovanotto classe 1999. Resta comunque soddisfacente il torneo giocato dal bolzanino, che arriva in forma all'imperdibile appuntamento con gli Australian Open.

TAGS:
Tennis
Atp
Seppi
De Minaur
Sydney

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X