ROLAND GARROS

Tennis, scandalo scommesse al Roland Garros: arrestata Yana Sizikova

La polizia al torneo di Parigi, la giocatrice russa al centro di un'inchiesta

  • A
  • A
  • A

Scandalo scommesse al Roland Garros. Yana Sizikova, giocatrice russa, è stata infatti arrestata nella serata di giovedì al termine della sessione di massaggi subito dopo la sconfitta subita nel primo turno del doppio femminile dello Slam parigino. Come riporta il quotidiano 'Le Parisien', l'accusa sarebbe quella di aver truccato alcune partite.

La 26enne, in coppia con Ekaterina Alexandrova, aveva perso con un doppio 6-1 contro il duo Ajla Tomljanovic e Storm Sanders. Secondo la ricostruzione del quotidiano francese, l'arresto della donna è stato molto movimentato, con il servizio di sicurezza del torneo che cercava di ostacolare i poliziotti e gli agenti che hanno dovuto bloccare con la forza la tennista russa, numero 101 nella classifica di doppio. Le forze dell'ordine inoltre hanno perquisito anche la camera d'albergo di Sizikova, che è al centro di un'inchiesta aperta lo scorso ottobre dalla procura di Parigi per truffa e corruzione sportiva in una vicenda di scommesse truccate.

Al centro dell'interesse della giustizia francese, il match di doppio del primo turno che l'anno scorso la tennista russa ha giocato in coppia con l'americana Madison Brengle contro le romene Andreea Mitu e Patricia Maria. Se le romene, favorite, avevano rispettato i pronostici vincendo (7-6, 6-4), i sospetti si erano concentrati sul 5° gioco del 2° set. Questo perché diverse migliaia di euro erano state scommesse da diversi operatori on line, e in diversi paesi, sulla vittoria in quel game da parte delle romene. Che poi se lo erano aggiudicate in modo più che netto. Le avversarie avevano sbagliato tutte le palle di servizio. In particolare, la Sizikova era incappata in due doppi falli raggranellando soltanto un punto in tutto il game.

Vedi anche Forbes: ancora Osaka l'atleta più pagata al mondo Altri sport Forbes: ancora Osaka l'atleta più pagata al mondo

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments