Tennis, la "steccata" no-vax di Djokovic: "No al vaccino obbligatorio"

Il tennista serbo: "Ho le mie convinzioni e nel caso prenderò una decisione..."

  • A
  • A
  • A

"Personalmente sono contrario alla vaccinazione e non vorrei essere costretto da qualcuno a prendere un vaccino per poter viaggiare". Novak Djokovic si è espresso così durante una conversazione chat su Facebook, con diversi atleti serbi, secondo quanto riporta oggi il The Guardian. Il numero 1 del tennis mondiale ha parlato della possibilità di dover assumere il vaccino per viaggiare, a causa del coronavirus: "Ma se diventa obbligatorio, cosa accadra'? Dovrò prendere una decisione. Ho i miei pensieri sulla questione e se quei pensieri cambieranno ad un certo punto, non lo so".

"Ipoteticamente, se la stagione dovesse riprendere a luglio, agosto o settembre, sebbene improbabile, capisco che un vaccino diventerà un requisito subito dopo che saremo fuori dalla quarantena rigorosa" ha aggiunto Djokovic. "Ma ricordiamoci che ad oggi non c'è alcun vaccino..."

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments