Tennis, gioia Berrettini: "Sono davvero fiero di me stesso"

In semifinale lo aspetta Rafa Nadal, che dice: "Matteo sta migliorando molto, non sarà facile"

  • A
  • A
  • A

Sono davvero fiero di me stesso. E' una soddisfazione immensa per me, la mia famiglia e il mio team. E comunque il torneo non è ancora finito...". Fresco di successo su Monfils, con ingresso nella storia del tennis italiano allegata e semifinale dello Us Open, Matteo Berrettini si gode il suo momento ma è già proiettato verso la sfida con Rafa Nadal: "Non ricordo nessun punto… anzi sì - dice - il doppio fallo sul primo match-point! Complimenti a Gael che non ha mai smesso di provarci. Mentre lottavo avvertivo una sensazione strana: ero in campo ma mi sentivo anche spettatore di una delle partite più intense che avessi mai visto. Ringrazio tutti, soprattutto gli italiani che sono qui. I cinque match-point? Beh, è bello quando la partita poi la vinci. Ero un po' teso non so se ve ne siete accorti...".  

 "Non so cosa dire, essere arrivato sin qui è straordinario - continua l'azzurro -. Ho imparato un'altra lezione, se vuoi le cose accadono". E ancora: "Arrivavo dall'infortunio alla caviglia e la mia forma fisica è migliorata nel corso del torneo. Contro Gasquet all'esordio mi facevano male tutti i muscoli. Ora sarà importante riposare mentalmente e fisicamente per essere pronto venerdì. Oggi in campo ho dato veramente tutto".

"Dopo il primo set perso non mi sono scoraggiato, ho reagito - dice Berrettini -. Giocavo per la prima volta sull'Ashe, c'era tanto pubblico e molta umidità, ma nei match tre su cinque hai tempo per capire cosa fare, quali contromisure adottare". Dopo il match point fallito con quel doppio fallo sorrideva: "Ridevo per non piangere. Forse la tensione mi ha fatto cambiare l'impugnatura sulla seconda di servizio - conclude - Continua a provarci mi sono detto, sapevo che se avessi cominciato a lamentarmi avrei sicuramente perso la partita. Devi essere coraggioso mi ripetevo, devi essere aggressivo".

NADAL: "MATTEO STA MIGLIORANDO, NON SARA' FACILE"
Ad attenderlo in semifinale c'è Rafa Nadal, reduce dalla vittoria in tre set contro Diego Schwartzman: "Berrettini sta avendo un grande anno, è in semifinale dopo aver vinto tanti buoni match. Che cosa puoi aspettarti delle semifinali di uno Slam? Non puoi aspettarti un avversario facile. Non puoi aspettarti un match facile". E infatti lo spagnolo non ci pensa nemmeno ad abbassare la guardia: "Sta facendo molti progressi, picchia forte, l'ho visto giocare anche contro Monfils. Bravo! Fisicamente sto bene, è stato un giorno molto pesante, con tanta umidità, e io sudo parecchio. Per cui per me è stata particolarmente dura. Sono contento perché, malgrado qualche momento critico, tra la fine del secondo set e l'inizio del terzo, ne sono venuto fuori. Sono molto felice della vittoria".

PANATTA: "BERRETTINI MI HA FATTO EMOZIONARE"
Dopo una vittoria così, non potevano mancare i complimenti di Adriano Panatta: "Bravo Matteo hai giocato un grande match,ormai sei un giocatore vero e ti meriti una grande carriera", ha twittato l'ex campione azzurro. "Grazie anche perché dopo tanto tempo mi hai fatto emozionare guardando una partita di tennis - ha aggiunto - In bocca al lupo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments