australian open

Tennis, Djokovic sorteggiato nel tabellone degli Australian Open

Nole si allena in attesa di sapere se potrà restare o meno in Australia: ministro e premier non dovrebbero decidere a breve

  • A
  • A
  • A

Tra quattro giorni scatteranno gli Australian Open ma Nole Djokovic ancora non sa se potrà partecipare: il ministro dell'Immigrazione Alex Hawke non si è pronunciato sul caso del tennista serbo e di conseguenza - scrivono i media australiani - non sono previste novità dal premier Morrison nelle prossime ore. Intanto è stato sorteggiato il tabellone del torneo, con Djokovic che dovrà (dovrebbe?) affrontare al primo turno il connazionale Miomir Kecmanovic: andando avanti, ai quarti potrebbe esserci la sfida con Berrettini, in semifinale Nadal o Zverev e in finale l'incrocio con Medvedev.

© Getty Images

Ovvio che tutto è subordinato alla conferma del visto, dopo le polemiche per l'esenzione dal vaccino concessa dagli organizzatori degli Australian Open (dopo il sorteggio Craig Tiley, direttore del torneo, si è rifiutato di rispondere alle domande dei giornalisti su Nole) e contestata dal Governo australiano. Nel frattempo Djokovic continua ad allenarsi alla Rod Laver Arena assieme al coach Ivanisevic e al preparatore Panichi.

Dall'Australia riportano che, nel caso di annullamento del visto, i legali di Djokovic sono pronti a fare ricorso. Ma il tempo stringe e una decisione non è prevista almeno fino a venerdì.

Dalla Spagna potrebbero arrivare anche altri guai: Cadena Cope riporta come in Spagna si stia indagando sulla presenza del numero 1 al mondo prima della partenza per l'Australia. In quei giorni, infatti, era vietato l'ingresso ai turisti stranieri non vaccinati.

TSITSIPAS: "FA PASSARE LA MAGGIORANZA COME STUPIDA"
Stefanos Tsitsipas esce allo scoperto e lancia un duro attacco a Novak Djokovic. "Purtroppo una buona parte di tennisti ha deciso di fare di testa propria, facendo passare la maggioranza come degli stupidi - ha detto il tennista greco al portale WION India - Ha sicuramente giocato secondo le sue regole e ha fatto ciò che non molti giocatori hanno osato fare".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti