LA QUERELLE

Coppa Davis, tra Federer e Piqué volano gli stracci

Lo svizzero, contrario al nuovo format, punge lo spagnolo ("non lo conosco") che risponde per le rime: "Deve avere problemi di comunicazione con il suo agente"

  • A
  • A
  • A

Il nuovo format della Coppa Davis non piace a tanti tennisti e uno dei più contrari è sempre stato Roger Federer, che ha avuto un battibecco a distanza con Gerard Piqué, proprietario della Kosmos che ha promosso la rivoluzione. “Non conosco Piquè, quindi non so su cosa io e lui dovremmo lavorare assieme” ha risposto stizzito King Roger alle domande dei giornalisti. Non si è fatta attendere la risposta del difensore del Barcellona: "Probabilmente lui e il suo agente non si parlano molto…”.

Getty Images

Servizio dell'ex numero 1 al mondo e pronta risposta del calciatore catalano. “Deve avere problemi di comunicazione con il suo agente, perché ci abbiamo parlato e lui ci ha detto che Federer era aperto alla possibilità di giocare la Davis, a patto che lo invitassimo formalmente. E noi lo abbiamo fatto". Un duro tackle che a questo punto rende ancora meno probabile la presenza del campione svizzero alle Finals di Madrid (18-24 novembre). 

IL NUOVO FORMAT
Il format recentemente approvato si basa su una fase finale composta da 18 team nazionali divisi in sei gironi da tre squadre. Dopo le fasi eliminatorie (Francia, Croazia, Spagna e Stati Uniti, in quanto semifinalisti della Coppa Davis 2018 insieme ad Argentina e Gran Bretagna, che hanno ricevuto inviti ufficiali, si sono qualificate direttamente per la finale di Madrid), 18 squadre suddivise in sei gironi di tre squadre si sfideranno nella fase finale.

IL TABELLONE
A Francia, Serbia e Giappone.
B Croazia, Spagna e Russia.
C Argentina, Germania e Cile.
D Belgio, Australia e Colombia.
E Gran Bretagna, Kazakistan e Paesi Bassi.
F Stati Uniti, Italia e Canada.

Le sei vincitrici dei gironi e le due migliori seconde (in base alla percentuale di set, giochi e punti vinti) passeranno ai quarti di finale (ogni playoff è composto da tre partite, due singolari e un doppio al meglio dei tre set), in cui si affronteranno il vincitore del Gruppo A contro una delle due migliori seconde, il vincitore del Gruppo D contro il vincitore del Gruppo F, il vincitore del Gruppo E contro il vincitore del Gruppo C, e una delle due migliori seconde contro il vincitore del Gruppo B.

Le quattro semifinaliste accederanno direttamente alle finali della Coppa Davis di Madrid 2020. I paesi dal quinto al sedicesimo posto si sfideranno nel turno di qualificazione dell'anno successivo, mentre gli ultimi due saranno retrocessi dal World Group.

Vedi anche Tennis Tennis, Italia avanti in Davis

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments