"Chi ha fatto palo?": Fantozzi e lo sport, un amore tutto da ridere

Grande tifoso della Sampdoria, Villaggio ha portato tante volte lo sport nei suoi film

  • A
  • A
  • A

"Scusi, chi ha fatto palo?". Risuona sempre, nella mente di tutti, questa frase, ogni volta che in una partita di calcio qualcuno colpisce il palo. Italia-Inghilterra, un paese bloccato: il ragionier Fantozzi, con la famiglia, costretto ad andare al cineforum per assistere alla "La corazzata Potëmkin" in cecoslovacco, ma coi sottotitoli in tedesco. Ordini del capo.

La radiolina all'orecchio, la telecronaca di Martellini, le centinaia di occasioni da gol ogni minuto: "La palla è ora a Tardelli, scatto di Tardelli… A Savoldi, tiro, nuca di McKinley, tibia di Savoldi, naso di Antognoni. Nuca del portiere inglese, naso di McKinley, tibia di Benetti, nuca, naso… a Pulici… Tiro pauroso… Palo! Palo! … Ma i nostri ripartono ancora una volta, si avvicinano all'area di rigore inglese, arrembaggio degli azzurri. Salto di Antognoni che quasi si arrampica sulla schiena di McKinley… Colpito da McKinley! Regola del vantaggio, schienata paurosa del portiere inglese".

21-0 per l'Italia, in gol anche Zoff. Il racconto di quella partita è diventato mitico, come mitica è la preparazione alle partite del ragioniere, un classico che è entrato nell'immaginario di tutti gli italiani: "Frittatona di cipolle, familiare di birra gelata, tifo indiavolato e rutto libero".

Non solo calcio, nei film del ragioniere. Gli episodi sono tanti: i più celebri sono la partita di tennis con Filini, nella nebbia. Anche lì altre battute entrate nella storia, con quell'uso del congiuntivo tutto da ridere. "Allora ragionere, che fa? Batti?". "Ma... mi dà del tu?". "No, no! Dicevo: batti lei?". "Ah, congiuntivo!". "Sì!".

Indimenticabile anche la Coppa Cobram in "Fantozzi contro tutti", dal nome del capo fanatico di ciclismo, che obbliga tutti i dipendenti a duri allenamenti in sella alla bicicletta e poi organizza una corsa ciclistica chiamata in suo onore.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments