Giro, Greipel padrone: "Dedicato alla mia mamma"

Il tedesco quasi sorpreso della vittoria: "Non pensavo saremmo arrivati allo sprint"

  • A
  • A
  • A

"Non mi aspettavo di vincere e prendere la maglia rosa, ma sono felice". Così André Greipel, velocista della Lotto Soudal, dopo il trionfo nella seconda tappa del Giro d'Italia. "Dedico la vittoria a mia madre che sta attraversando un momento difficile. Era una tappa difficile, non pensavo saremmo arrivati a uno sprint di gruppo".

Settimo successo di tappa (il primo nel 2008, nella Sondrio-Locarno) al Giro d'Italia per Greipel, tedesco classe '82. "Abbiamo centrato l'obiettivo già alla seconda tappa. Sono molto contento d'indossare questa maglia". Lui, che ha il pettorale numero 100, nel Giro del Centenario, sapeva di essere il favorito. "Ringrazio i miei compagni e la vittoria la dedico anche a loro: non eravamo sicuri di arrivare in volata oggi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments