Italia, Zaza o Eder per affiancare Pellé

E' questo il dubbio del ct Conte per il Belgio

di DAL NOSTRO INVIATO PEPE FERRARIO

Italia, Zaza o Eder per affiancare Pellé

Zaza o Eder? Eder o Zaza? L'attaccante che, dati alla mano, ha segnato più di tutti in stagione nonostante una seconda parte di campionato con l'Inter alquanto deludente oppure la punta che fra tutte è arrivata qui in Francia nelle migliori condizioni psicofisiche? Se come sembra il punto fermo per l'attacco dell'Italia di Antonio Conte è Graziano Pellè, il ballottaggio per il ruolo di seconda punta è ora un affare "bianco-nerazzurro", un derby tra lo juventino dalle tante panchine con Allegri ma dai gol molto pesanti e l'interista che, parole sue, ha finalmente "ritrovato la condizione migliore grazie all'intenso lavoro svolto nelle ultime due settimane con la Nazionale".

Ieri, avessimo dovuto scommettere, un euro in più lo avremmo puntato su Zaza, oggi non abbiamo invece le medesime certezze. Nell'ultima seduta di allenamento a porte blindate - dire chiuse sarebbe infatti un eufemismo - Conte ha infatti parlato molto con Eder e insistito sui movimenti dell'interista, in un fitto colloquio che potrebbe lasciar intendere come le quotazioni dell'italobrasiliano siano in risalita. Basta questo per prefigurare allora un controsorpasso? E basta questo per escludere a priori l'utilizzo di Immobile, per dare il granata completamente fuori dai giochi, per escludere una quarta via? Restano gli interrogativi, insomma, ma ciò non toglie che ora come ora, anche qui a Montpellier, sembra soprattuttoriproporsi l'eterno dualismo Juve-Inter. Zaza o Eder? Nella testa di Conte la soluzione, a noi indizi da decifrare.

TAGS:
Nazionale
Euro 2016
Eder
Zaza
Conte
Pellé