MotoGP, Dovi trionfa nel caos

Rossi a terra sul più bello, k.o. anche Marquez e Vinales: sul podio Rins e Espargaro

di
  • A
  • A
  • A

Andrea Dovizioso vince il GP della Comunità Valenciana e conquista la quarta vittoria stagionale nell'ultimo round del mondiale 2018. Il forlivese della Ducati ha trionfato al termine di una gara pazza, condizionata dalla pioggia battente e dalle cadute, di cui sono rimasti vittima prima Marquez e Vinales e nel finale anche Valentino Rossi, che era in lotta per la vittoria. Sul podio con Dovi la Suzuki di Rins e la KTM di Espargaro.

Un ultimo GP stagionale davvero incredibile quello andato in scena a Valencia. La leggera pioggia che cadeva sul tracciato in partenza si è presto trasformata in un diluvio, che giro dopo giro ha mietuto vittime dando vita a una vera e propria gara a eliminazione. L'asfalto allagato non ha risparmiato nessuno e in molti sono finiti a terra traditi dalla pioggia: Miller, Petrucci, Aleix Espargaro, Luthi, Iannone, e infine anche Marquez e Vinales hanno tutti assaggiato la ghiaia, prima che i commissari decidessero di sventolare le bandiere rosse e interrompere la gara. In quel momento Rossi, Dovizioso e Rins stavano battagliando in testa sotto la pioggia battente.

Dopo circa mezzora di pausa si è tornati in pista per un "quick restart", con il terzetto al comando che ha ripreso da dove aveva lasciato, dando spettacolo in vetta nonostante il meteo avverso non abbia dato tregua neanche per un attimo. Alla fine a spuntarla è stato il Dovi, che ha tirato l'allungo decisivo a circa otto giri dalla conclusione. Valentino ha provato a restare aggrappato alla Desmosedici, ma a quattro giri dalla bandiera a scacchi è finito a terra anche lui, chiudendo poi 13°. Una bella gara del Dottore, chiusa però ancora nel peggiore dei modi. L'amarezza più grande resta quella delle zero vittorie stagionali, cosa che in 23 anni di carriera gli era accaduta solo ai tempi del biennio Ducati.

Splendido podio per Rins (il terzo nelle ultime quattro gare per lui, quarto consecutivo per la Suzuki) e soprattuto per Pol Espargaro, miglior risultato stagionale in una domenica da sogno per la KTM (che aveva vinto in Moto3 e Moto2 con Oncu e Oliveira). In top 10 anche Nakagami, Zarco, Smith, Bradl e Syahrin.

Discorso a parte per Pedrosa, che ha chiuso 5° portando a termine la sua ultima gara da pilota di MotoGP, lui che l'anno prossimo farà il test rider e lascerà la sella della sua Honda a Jorge Lorenzo (12° al traguardo). Oltre a Dani, è stata una domenica d'addio anche per altri due piloti di lungo corso del Motomondiale: Scott Redding (11°) ha salutato l'Aprilia al termine di un'esperienza a tutti gli effetti fallimentare e l'anno prossimo correrà nel British Superbike Championship, Alvaro Bautista (caduto dopo il restart) invece è pronto a salire in sella alla Panigale V4 per provare a interrompere l'egemonia di Rea nel mondiale Superbike.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments