MotoGP: Aleix Espargarò in pole

Doppietta Suzuki nelle qualifiche di Barcellona. Lorenzo è 3°, Rossi 7°

di
  • A
  • A
  • A

Delirio Suzuki a Barcellona: Aleix Espargarò conquista una pole position da primato sul circuito di casa con il tempo di 1:40.546. Frantumato il record della pista. Alle sue spalle, a +0.083, c'è Vinales che completa la fantastica doppietta del costruttore giapponese. Terzo Lorenzo a +0.100, con una tattica molto aggressiva in qualifica. Primo degli italiani Dovizioso, 5° a +0.361. Dopo le difficoltà del venerdì Valentino Rossi chiude 7° a +0.512.

Che la casa di Hamamatsu fosse nel weekend giusto lo si era intuito già dal venerdì, quando Espargarò aveva lasciato tutti alle spalle. A darne la conferma ci aveva poi pensato Vinales, primo nelle FP3. Il duo catalano, quindi, si guadagna al sabato pomeriggio le prime due posizioni in una qualifica storica sotto tutti i punti di vista. Quello della Suzuki e anche quello del circuito di Montmelò, che da oggi ha un nuovo tempo record: cade infatti il tempo di 1:40.893 fatto segnare nel 2013 da Dani Pedrosa. Nessuno lo aveva mai superato, le due moto del team di Davide Brivio l'hanno cancellato. Aleix addirittura di tre decimi abbondanti.

Ad essere sorpreso dai due arrembanti catalani è soprattutto un coraggiosissimo Lorenzo. Il maiorchino infatti monta gomme nuove dopo un solo tempo cronometrato e nell'infuocato finale cambia di nuovo gli pneumatici e anche la moto. Ma questo non gli basta per andare oltre il terzo posto. La Catalogna saluta poi il quarto posto del vero eroe locale, il campione del mondo Marc Marquez, che si mette alle spalle la delusione del Mugello e si candida decisamente a una domenica da grande protagonista. In crescita Dovizioso: dopo un weekend complicato conquista un importante quinto posto davanti a un Pedrosa su tutte le furie. Ispirato dal tifo della sua gente, il centauro Honda che puntava ai primissimi posti in griglia viene ostacolato nel giro più veloce dalla Ducati Pramac di Hernandez e deve accontentarsi della seconda fila. Al termine del primo settore era più veloce di Espargarò di un decimo abbondante.

Solo al settimo posto fa capolino Valentino Rossi, ma pensando alle mille difficoltà avute sin dall'arrivo a Barcellona il risultato poteva essere decisamente peggiore. Come nel caso di Andrea Iannone, costretto a correre la Q1 e 12° anche al termine della Q2. Sembrano esserci le premesse di una gara difficile per l'abruzzese. Probabilmente non sarà nemmeno al via, invece Karel Abraham. Il ceco della AB Motoracing, infatti è stato trasferito in ospedale e sottoposto a un per sospetta frattura dell'alluce dopo un brutto high side con conseguente caduta in curva tre nel corso della FP4.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments