MotoGP: Marquez è campione del mondo a Motegi

Dovizioso cade nel finale, è festa totale per lo spagnolo

di SIMONE REDAELLI

Marc Marquez al settimo cielo: lo spagnolo si è confermato campione del mondo MotoGP.  A Motegi, sul circuito della Honda, è arrivato il quinto Mondiale nella classe regina, il settimo nel Motomondiale: un trionfo totale. Il numero 93 ha amministrato la gara e a 4 giri dalla fine ha sferrato il colpo del ko a Dovizioso, poi caduto. Sul podio anche Crutchlow e Rins, quarto Valentino Rossi.

Vince con una facilità estrema, lo fa con tranquillità, e ora è anche capace di amministrare, di gestire una gara dall'inizio alla fine senza andare sempre a tutta. Una maturità che lo rende praticamente imbattibile: a Motegi Marc Marquez ha corso semplicemente in maniera fantastica. Magari senza infiammare il pubblico, ma ha calcolato tutto, anche i rischi e ha sempre avuto ragione lui.

Dopo una partenza straordinaria, da 6° a 3° già alla prima curva, si è messo dietro a Dovizioso aspettando il momento giusto. Giro dopo giro, a undici tornate dalla bandiera a scacchi ecco il primo tentativo. Un sorpasso pulito, poi sporcato da una pizzicata all'erba. Uno spavento che l'ha riportato dietro al posteriore della Ducati, ma che non ha cambiato la sua determinazione. Niente paura ed ecco il colpo del ko quando di giri ne mancavano solo quattro. Una botta anche al morale del rivale che poi, nel tentativo disperato di rovinargli la festa, si è sdraiato consegnandogli il titolo Mondiale, il quinto in MotoGP in sei anni. Numeri da campione, a soli 25 anni. Sembra un videogame, il tema che ha scelto per autocelebrarsi, ma non lo è. 

Applausi comunque ad Andrea Dovizioso che ha fatto il massimo cercando prima la fuga e poi di non farsi scavalcare per l'orgoglio e per rimandare il discorso in Australia. Missione fallita, ma il numero 4 non deve e non può arrendersi: la sfida al 2019 è già lanciata. Spazio sul podio a un ottimo Crutchlow a completare la festa Honda sul circuito di casa e a un grande Rins con la Suzuki. Più dolori che gioie per gli italiani: Valentino Rossi ha chiuso quarto rafforzando la terza posizione nel Mondiale, ma dopo un promettente avvio si è spento abbandonato ai problemi della sua Yamaha. Peccato anche per Iannone che è finito a terra a 10 giri dalla fine quando era quarto e in rimonta con vista podio.

TAGS:
MotoGP
Dovizioso
Marquez
Motegi
GP Giappone

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X