MOTOGP

MotoGP, la carica di Bagnaia: “Abbiamo bisogno di vincere”

Il ducatista, secondo a Spielberg, ora vuole avvicinarsi in classifica a Quartararo, leader del Motomondiale, in occasione della gara in Gran Bretagna. Il francese: “Soddisfatto per la velocità in Austria”

  • A
  • A
  • A

La MotoGP fa tappa a Silverstone nell’imminente weekend per il dodicesimo appuntamento stagionale. Nel GP di Gran Bretagna l’obiettivo del leader del Motomondiale, Fabio Quartararo, è quello di tornare al successo dopo due mesi. Nel frattempo, sull’ultima gara in Austria, commenta: “Soddisfatto della velocità in pista”. Il francese della Yamaha dovrà comunque fare i conti con Pecco Bagnaia: “Abbiamo bisogno di vincere”. Mir: “Darò il massimo”.

Dopo le due gare in Austria, prosegue il Mondiale di MotoGP. Ed è il momento del weekend del GP di Gran Bretagna. Il Motomondiale riparte dallo spettacolare finale dell’ultima gara di Spielberg a Ferragosto, con gli ultimi quattro giri da togliere il fiato. Sul bagnato ha vinto Brad Binder (KTM) davanti alle Ducati di Pecco Bagnaia e Jorge Martin.
 
Fabio Quartararo, arrivato solo settimo 11 giorni fa, ma comunque sempre leader del Mondiale piloti, conferma quanto sia stata appassionante l’ultima sfida: “Il GP d’Austria è stato uno dei più divertenti della stagione. Abbiamo lottato per la vittoria; sono soddisfatto della velocità che abbiamo avuto in pista”. Il francese della Yamaha vuole in ogni caso andare a caccia di quella vittoria che gli manca da due mesi. Sul test al simulatore effettuato ieri in Mercedes, Quartararo ha commentato: “Ho fatto circa 50 giri, è impressionante vedere quanto sia realistico. Per ora sono concentrato sul mio obiettivo, ma mi piacerebbe un giorno guidare una vettura di Formula 1”. Poi, il tema della separazione Viñales-Yamaha: “La cosa non mi riguarda, sono concentrato sul mio lavoro. Non sono particolarmente triste; penso alla mia storia, al mio Mondiale”.
 
Il transalpino dovrà in ogni caso fare i conti con Bagnaia, secondo nell’ultimo GP e secondo anche in classifica generale, a -47 punti da Quartararo: “Sono soddisfatto del GP d’Austria, ero molto vicino a vincere. È stata la mia gara migliore in MotoGP, ho preso un bel ritmo, mi sento molto bene sulla moto. Ora c’è Silverstone: cercheremo di restare attaccati a Quartararo; dobbiamo recuperare ancora punti in classifica. Sono fiducioso. Abbiamo bisogno di vincere e di riuscirci più di una volta”.
 
Joan Mir è stato agganciato nella classifica generale proprio dal ducatista. “L’ultima gara è stata davvero folle. Nelle due gare in Austria ci trovavamo bene, la seconda è stata a sorpresa più difficile ma abbiamo lottato per il podio, siamo andati bene”. Ora si guarda a Silverstone: “La Suzuki può andare bene, lo dimostrano le due vittorie in MotoGP, darò il massimo. È la prima volta che giro su questa pista dopo tanto tempo, sarà importante essere veloci subito, trovare le traiettorie e le sensazioni giuste”. L’obiettivo, quindi, è il successo: “È importante vincere sia per la fiducia sia per la lotta al titolo. Siamo vicini alla fine della stagione, sale anche la pressione su di lui, noi daremo sempre il nostro meglio e alla fine faremo i conti. La mia strategia è sempre la stessa, dare il 100% in ogni gara”.
 
Ma, dicevamo, del vincitore del GP d’Austria. Binder commenta così il suo successo: “Ho rivisto la gara più volte, è stato bello. Mi sono preso un grande rischio decidendo di restare fuori, ogni tanto bisogna provarci. Sono contento di arrivare dopo due buoni risultati”. Infine, c’è Martin (Pramac), terzo a Spielberg: “Devo ripartire da zero, questo tracciato è nuovo per me, darò come sempre il 100%, ci proverò fino in fondo”.
 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments