MOTOGP ITALIA

MotoGP Italia: Di Giannantonio super in pole, la prima fila al Mugello è un tripudio di italiani

Prima fila tutta italiana e tripudio di Ducati in top 5, per Diggia è la prima pole in top class

  • A
  • A
  • A

Un super Fabio Di Giannantonio, in sella alla Ducati del team Gresini, conquista la pole position del GP d'Italia al Mugello. Alla prima pole in carriera in top class, il pilota romano precede in prima fila i connazionali Marco Bezzecchi e Luca Marini, con le Ducati del team Mooney VR46. Ducati anche in seconda fila, con Zarco e Bagnaia che precedono Quartararo. Marquez, caduto in avvio di Q2 con tatno di moto in fiamme, partirà 12°.

© Getty Images

Una prestazione da urlo, in condizioni di pista tra l'asciutto e il bagnato, consegna a Fabio Di Giannantonio la prima pole assoluta in MotoGP della carriera. Un tempo da applausi per il pilota romano del team Gresini, che in 1:46.156 stupisce tutti e agguanta una pole che solo qualche ora fa sembrava impossibile. A rendere ancora più dolce il pomeriggio italiano al Mugello, è poi la folta presenza italica al parco chiuso, con Di Giannantonio che in gara partirà davanti a tutti e alla sua destra si troverà i due amici Marco Bezzecchi e Luca Marini. Un vero e proprio tripudio d'Italia, nel GP del Mugello che è sempre stata terra di conquista del "Dottore" Valentino Rossi che oggi, a sei mesi dall'addio al mondo dei motori, ha visto il suo 46 ritirato per sempre dalla MotoGP.

Tre italiani su una moto italiana che continua a far godere, quella Ducati che spostandosi un passo più in là, di appena qualche metro in griglia di partenza, troverà spazio anche in seconda fila. Dietro al tris Diggia-Bez-Marini, infatti, prende posto in quarta casella la Pramac di Johann Zarco seguito dalla Desmosedici di Francesco Bagnaia, col piemontese che poteva giocarsi le ultime carte a pochi secondi dalla fine e ha poi deciso di abortire il giro. In seconda fila ci sarà anche Fabio Quartararo, che partirà dal seso posto.

Terza fila per l'Aprilia di Aleix Espargarò, segito da Nakagami e dal fratello Pol, mentre Enea Bastianini e Jorge Martìn, con le altre Ducati, partiranno dalla quarta fila insieme a Marc Marquez. Il "Cabroncito" è stato protagonista di una brutta caduta, senza conseguenze per lui, in avvio di Q2: high-side violento in curva 2, moto che picchia in terra e si distrugge nell'anteriore con tanto di fiamme e bandiera rossa.

Si fermano invece al Q1 le speranze di Jack Miller, che partirà 13°, così come quelle di Pirro che da wild card partirà 14°. Prestazioni da rivedere per Vinales, Morbidelli e Dovizioso, che partirano da dietro, ma con condizioni di pista incerte tra bagnato e asciutto che non hanno permesso di migliorarsi e centrare il tempo per accedere alla fase finale della qualifica.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti