MOTOGP

Marquez: "I nostri rapporti non sono buoni ma Rossi resterà inimitabile"

In un'intervista a Motorsport-Total, l'otto volte iridato spagnolo riconosce il ruolo del Dottore nella storia del Motomondiale

  • A
  • A
  • A

Anche se il punto più alto (o più basso, dipende dai punti di vista) della loro sfida risale ormai a più di sei anni fa e da allora hanno solo raramente incrociato le rispettive traiettorie, Marc Marquez non ha dubbi che l'ombra lunga di Valentino Rossi si stenderà anche nel 2022 sulle piste della MotoGP e non sembra interessato  ad un miglioramento dei rapporti con il campione dal quale lo divide un solo titolo iridato.

"Quest'anno Valentino non sarà al via. Nonostante questo sono sicuro che sulle piste il colore giallo continuerà ad essere predominante. Più di metà delle tribune saranno gialle perché ciò che Valentino ha fatto per il motociclismo nel corso della sua carriera rimarrà inimitabile. Non vedo nessuno all'orizzonte che possa farlo. Ha vinto molto ed ha fatto molto per il nostro sport ma prima ancora ha entusiasmato moltissimi appassionati. Ed è qualcosa che non si ripeterà. La MotoGP gli deve molto e questo glielo riconosco senza problemi, al di là dei nostri rapporti, che non sono buoni. Nelle ultime stagioni non siamo stati rivali diretti in pista ed un cambiamento nei nostri rapporti non dipende da me, ma questo non ha molta importanza". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti