GP FRANCIA MOTOGP PROVE LIBERE 2

Libere 2 a Le Mans: salgono in cattedra gli "home boys" Zarco e Quartararo: Morbidelli 5., Rossi nella top ten

Sulla pista di casa il pilota della Ducati Pramac vince nel secondo turno di prove libere il primo "derby" con quello della Yamaha factory.

di
  • A
  • A
  • A

Con un... colpo di reni nel finale delle FP2 di  Le Mans Johann Zarco permette alla Ducati (in questo caso la Desmosedici Pramac) di chiudere imbattuta la prima giornata di prove del GP di Francia. Secondo e terzo tempo per le Yamaha ufficiali di Fabio Quartararo (+0.095) e di Maverick Vinales che batte di un solo millesimo di secondo Pol Espargarò con la Honda HRC (+0.390). Quinto tempo per Franco Morbidelli mentre Valentino Rossi (nono) sia affaccia nella top ten, in scia a Marc Marquez.

Cambia tutto.. o quasi nel passaggio dal primo al secondo turno di prove libere del quinto atto del Mondiale. Al comando resta una Ducati ma il leader della mattinata Jack Miller - complice una caduta - lascia strada a uno dei due idoli di casa. Johann Zarco mette infatti a segno la miglior performance della FP2, staccando di 95 millesimi di secondo Fabio Quartararo: sfoggio di "grandeur" sulla pista di casa ma - guardando la classifica più ad ampio raggio, riscossa della Yamaha. Totalmente assenti dalla top ten della FP1, le quattro M1 vi fanno invece prepotentemente ingresso nel turno pomeridiano, guidata appunto da quella del "Diablo". Vinales "stacca" infatti la terza prestazione davanti alla migliore delle Honda HRC: quella di Pol Espargarò. Quinto tempo per Franco Morbidelli con la M1 SRT Petronas ma a dare  la misura della ritrovata comptitività delle moto di Iwata è il nono tempo di Valentino Rossi, praticamente al suo primo "acuto" stagionale.

Passo indietro per il leader del Mondiale Francesco Bagnaia che incappa in una scivolata e chiude il venerdì francese con il dodicesimo tempo, "a sandwich" tra le Suzuki di Alex Rins e Joan Mir, loro pure finiti a terra durante la FP2. Nei dieci si confermano che Miguel Oliveira (sesto) e Marc Marquez (ottavo a 855 millesimi da Zarco), subito davanti a Valentino. Lo spagnolo è atteso ad un primo salto di qualità, il portoghese invece - come già nelle FP1 - è l'unico  pilota KTM in grado di portare al limite la moto austriaca sul circuito Bugatti. Iker Lecuona e Brad Binder non vanno infatti al di là del quindicesimo e del sedicesimo tempo, mentre Danilo Petrucci (vincitore del bagnatissimo GP di Francia dello scorso autunno con la Ducati) occupa la ventiduesima ed ultima posizione, tra l'altro chiudendo un ben poco brillante poker dei nostri in fondo alla classifica,completato da Enea Bastianini, Lorenzo Savadori e Luca Marini dalla diciannovesima alla ventunesima casella.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments