LA TRATTATIVA

Ora l'Inter pensa in grande: dopo Hakimi è pronto il colpo Alaba

Conte vuole anche il difensore austriaco e Marotta e Ausilio stanno provando ad accontentarlo. Il giocatore è stato due volte a Milano prima del lockdown per parlare con la dirigenza nerazzurra

di
  • A
  • A
  • A

Per ora è un sogno ma l'Inter ci lavora da mesi perché Conte sa bene che ci vogliono giocatori come David Alaba per vincere. Come per Hakimi, Marotta e Ausilio hanno aperto da tempo il file sul roccioso difensore austriaco che può giocare sia terzino che mancino in una difesa a 3, proprio come quella di Conte. La novità più importante - che abbiamo scoperto - è che Alaba è stato a Milano ben due volte prima del lockdown, dove aveva incontrato la dirigenza nerazzurra, insieme al padre che lo rappresenta con la consulenza del super procuratore Zahavi.

Alaba ha una valutazione di 50 milioni e uno stipendio da 11 lordi ma va in scadenza tra un anno e al momento non ha un accordo per il rinnovo con i tedeschi. Su di lui ci sono Real, City e Psg ma l'Inter c'è e aspetta, come per Eriksen, e potrebbe provare ad anticipare l'operazione se il Bayern accettasse uno scambio con Perisic più un robusto conguaglio.

Intanto in via della Liberazione è passato Luis Fernando Garcia, l'agente di Emerson Palmieri che vuole tornare in Italia: si profila un'altra sfida di mercato con la Juve per il terzino sinistro per cui il Chelsea chiede 30 milioni.


 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments