IPOTESI ESTREMA

Milan-Kessie, l'intesa non si trova: Maldini valuta la cessione a gennaio

La distanza tra offerta e richiesta è ancora molto ampia e i rossoneri vorrebbero evitare altri casi Donnarumma e Calhanoglu

  • A
  • A
  • A

Sarà una coincidenza, ma da quanto la vicenda del rinnovo è andata in stallo, Franck Kessie non è più lo stesso giocatore, che ha trascinato il Milan al ritorno in Champions League. Cakir a parte, l'espulsione dell'altra sera contro l'Atletico Madrid ha confermato il momento delicato che sta vivendo il centrocampista ivoriano.

Vedi anche Il Milan rischia di perdere Kessie a gennaio. Il Psg ci proverà Milan Il Milan rischia di perdere Kessie a gennaio. Il Psg ci proverà La scadenza del 30 giugno 2022 si avvicina a grandi passi, ma non ci suono buone notizie per i tifosi rossoneri. La distanza tra richiesta e offerta è ancora molto ampia: il Milan è arrivato a offrire 6,5 milioni di euro netti a stagione, mentre il giocatore, e chi lavora per lui, non vuole scendere sotto gli 8. Forte, quasi sicuramente, di una offerta top da parte del Psg (e forse anche del Liverpool). Gli incontri tra le parti sono frequenti, ma finora la tanto attesa fumata bianca non è ancora arrivata. E potrebbe non arrivare.

Ne è consapevole anche Maldini, che per questo sta valutando di prendere una decisione clamorosa: cedere Kessie a gennaio. Dopo aver visto partire a zero sia Donnarumma, sia Calhanoglu, il Milan non vuole perdere un altro dei suoi pilastri senza incassare neppure un euro. Per questo non ha escluso di privarsi di Kessie prima del termine della stagione e incassare almeno qualche milione. Un'opzione estrema, intendiamoci, ma che vista la situazione non può essere scartata a priori.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments