GLI INCASTRI

Milan-Correa, l'Atletico accetta la nuova offerta. Ma tutto dipende da Silva che per ora dice... no

La proposta dei rossoneri: 42 mln più il 30% della futura rivendita. Ora però deve partire il portoghese

di
  • A
  • A
  • A

André Silva sta bloccando il mercato del Milan in entrata a 12 giorni dalla sua conclusione. Dopo il mancato approdo al Monaco per i dubbi sollevati dal club del Principato, sul portoghese ci ha provato lo Sporting Lisbona con l'aiuto di Jorge Mendes: formula del prestito oneroso con diritto la proposta dello Sporting. No grazie, la risposta del Milan. Che vuole infatti incassare una cifra tra i 25 e i 30 milioni di euro. Attenzione perchè qualcosa di concreto si sta muovendo sull'asse Italia-Spagna.

I contatti per Angel Correa sono ripresi proprio in queste ore. Ecco i dettagli dell'offerta del Milan per l'argentino: 42 milioni di euro più un 30% che l'Atletico Madrid incasserebbe in caso di futura rivendita del giocatore. Offerta giudicata congrua e sostanzialmente anche accettata dai colchoneros, ma per la fumata bianca servono altri due incastri: il primo che l'Atletico possa chiudere velocemente per Rodrigo Moreno per meno di 60 milioni di euro e che il Valencia accetti di sostituire il centravanti brasiliano naturalizzato spagnolo che fa impazzire Simeone proprio con Andrè Silva.

Ore caldissime dunque per il destino del portoghese, che però al momento non sembra esaltato dal ritornare nella Liga, dopo la sua esperienza in chiaroscuro nel Siviglia. La pressione aumenta e anche il fatto che Giampaolo continui a preferire Castillejo a lui come spalla di Piatek lasciandolo in panchina come a Cesena potrebbe convincere sempre di più André ad accettare la proposta del Valencia e salutare per sempre il Milan.

Potrebbe, appunto. Ma questa ipotesi pare ancora essere piuttosto complicata. Questo perché Andrè Silva non molla e non ha intenzione di fare la valigia. Chiaro a tal proposito il messaggio affidato ai suoi profili social: "Insisti, resisti, conquista". Come dire: io sto qui, gli scettici si ricrederanno.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments