Napoli, Sarri chiede garanzie

L'allenatore vuole continuare ad avere al suo fianco l'attuale ds, che lavora per Chiesa e Verdi

  • A
  • A
  • A

Che l'incontro per il rinnovo-adeguamento del contratto si tenga subito o debba slittare di qualche settimana, poco importa. Maurizio Sarri per rimanere al Napoli chiedo solo garanzie per continuare un ciclo che finora non ha regalato successi, ma sta dando tante speranze per il futuro immediato. Insomma, vuole raccogliere i frutti del duro lavoro fatto e chiede a de Laurentiis garanzie tecniche, che vanno oltre l'ingaggio o la durata dell'accordo.

Come la riconferma del ds Cristiano Giuntoli. Un nodo cruciale perché il rapporto tra i due è quantomai di simbiosi totale. Un aspetto fondamentale per poter rinforzare con gli elementi giusti, ovvero quelli ritenuti tali dal pignolo Sarrl, una squadra che ha nella panchina corta il suo maggiore limite. Soprattutto per questo sul mercato si lavorerà per trovare giocatori in grado di far respirare gente come Insigne e Callejon, costretti, come pure Mertens, agli straordinari per sopperire alle mancanze della rosa azzurra.

E nel mirino ci sono due italiani dal talento cristallino come Federico Chiesa e Simone Verdi, che andrebbero ad aggiungersi a quelli già certi di Inglese e Ciciretti. Il grande sogno sarebbe proiprio il figlio d'arte della Fiorentina. Non è un mistero che il Napoli sia sulle sue tracce da tempo. In estate c'era stato un avvicinamento, ma poi non se ne fece nulla. Adesso AdL tornerà a bussare alla porta dei Della Valle per regalare a Sarri il giocatore dei suoi sogni. Quello capace di giocare esterno altro a sinistra e a destra e con un gran fiuto del gol. in questo momento è preferito a Denis Suarez perché più giovane e perché italiano e conoscitore del calcio italiano. Un po' come Verdi, che nonostante il gran rifiuto, resta nel mirino del Napoli. Il suo "no" invernale è stato solo un arrivederci a giugno, quando lui stesso avrà le idee più chiare su quello che vorrà fare da grande.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments