Juve, si riapre la pista Matuidi?

L'Equipe: insoddisfatto del minutaggio, i bianconeri sperano ancora

  • A
  • A
  • A

Non è ancora tramontata per la Juventus la pista che porta a Blaise Matuidi. Ne è certa l'Equipe, secondo cui il giocatore spera ancora nel trasferimento a Torino, visto che Emery lo continua a tenere ai margini. Tre gare di campionato e altrettante panchine per il centrocampista francese, che ha giocato un totale di 53' (recuperi esclusi). Davvero troppo pochi, con il suo entourage che spinge per cambiare aria.

Quindici minuti al posto di Pastore alla prima giornata contro il Bastia, 18' al posto di Rabiot contro il Metz e 20' al posto di Verratti contro il Monaco. Un totale di 53' (recuperi esclusi) in tre partite di campionato, davvero pochini per uno che era stato il baluardo del PSG di Ancelotti prima e di Blanc poi. Con l'arrivo di Unay Emery, però, le cose sono drasticamente cambiate, tanto che il centrocampista di origine angolana ha perso i galloni da titolare. Di questo passo il rischio per Matuidi è anche quello di perdere la nazionale francese e per questo motivo, assicurano dal suo entourage, la soluzione Juve è quella a lui più gradita.

Trattativa complicata, per via dei tempi strettissimi (il mercato chiude il 31 agosto) e perché il presidente del Psg, Nasser Al-Khelaifi, ha detto a chiare lettere che il giocatore non si muoverà, anzi rinnoverà il contratto in scadenza nel 2018. Al momento le trattative non sono ancora avviate e sembra chiaro che il giocatore non abbia poi così questa fretta. Attende una chiamata da Torino...

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments