"Sanchez può partire entro 24 ore"

Il tecnico conferma l'affare con il Manchester United in cambio di Mkhitaryan: "Così mi pare di aver capito... Se c'è una possibilità che l'affare si faccia, è perché lui mi piace come giocatore"

  • A
  • A
  • A

Il Manchester United e Alexis Sanchez sono sempre più vicini, tanto che la fumata bianca potrebbe arrivare prima del weekend. "E' una storia che è stata ben documentata dai media, dunque non c'è molto che io possa aggiungere - conferma Wenger, tecnico dell'Arsenal, in conferenza stampa -. Potrebbe succedere nelle prossime 24 ore oppure no, se non succede sabato giocherà. Mkhitaryan nell'accordo? Così mi pare di aver capito".

Sanchez dovrebbe firmare con i Red Devils un contratto fino al 2022, da circa 16 milioni di euro netti a stagione. Il City era da tempo sul cileno, ma il deciso inserimento dello United ha cambiato ogni carta in tavola. "Sono 30 anni che lavoro sui trasferimenti, quindi so che può succedere ma anche che in ogni momento le trattative possono saltare - mette comunque in guardia Wenger -. Il mercato è così. In queste cose non c'è mai garanzia. Mkhitaryan farà parte dell'accordo? Così mi pare di aver capito. Sicuramente mi piace come giocatore, se c'è una possibilità che l'affare si faccia, è sicuramente perché lui mi piace come giocatore. Ci abbiamo giocato spesso contro quando era a Dortmund".

Alcune frasi pronunciate oggi da Wenger in conferenza stampa hanno scatenato l'ira del Borussia Dortmund, che non ha digerito il discorso riguardante Pierre-Emerick Aubameyang, ovvero il grande obiettivo di mercato dell'Arsenal: "Meglio tenere segrete certe cose, gli annunci si fanno a trattative chiuse - le parole di Wenger -. Lui sarebbe il benvenuto. Ha un brutto carattere? Ma se ha fatto cose buone in carriera vuol dire che e' stato sfruttato in modo positivo". Dichiarazioni che hanno provocato la furia del direttore sportivo del club di Dortmund, Michael Zorc, che ha replicato con una nota riportata dalla stampa tedesca: "Riteniamo sia irrispettoso parlare di giocatori di altre squadre. Non c'e' stato alcun contatto con l'Arsenal e crediamo che Wenger debba pensare alle prestazioni dei suoi giocatori". Il ds tuttavia ha anche detto la sua sulle ultime intemperanze del giocatore, che sono costate una sospensione inflitta domenica, la terza in due stagioni: "Non lo riconosco piu'. È un tipo particolare ma e' sempre stato professionale. Ma non e' questo il momento, non so cosa gli stia succedendo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments