Alla scoperta del mondo Wyscout

Calciomercato rivoluzionato: tutto a portata di click

di
  • A
  • A
  • A

Il calcio 2.0 è Wyscout. Da diverso tempo, infatti, allenatori e agenti di mercato non possono farne a meno. La due giorni dello Juventus Stadium ha confermato Wyscout leader indiscusso del settore. Stiamo parlando del portale che contiene qualsiasi "segreto" di 400mila giocatori: ogni prodezza, ogni contrasto, ogni numero tutto a portata di click. Così da un'idea di Matteo Campodonico il calciomercato è stato rivoluzionato per sempre. Basta voli oltreoceanici solo per osservare un giocatore sudamericano: meglio stare seduti alla scrivania e osservare ore e ore di video. 

Ogni settimana 500 persone visionano 1500 match e li "scompongono" per ogni giocatore. Un lavoro accuratissimo della durata di 8, otto, ore per partita. I numeri sono impressionanti: un database di 220mila sfide suddivise per 215 campionati: c'è anche la Serie D! Centosei (106) le nazioni interessate: se volete vedere una partita del massimo torneo di Singapore non ci sono problemi. Annullate tutte le distanze. Manna dal cielo per gli operatori.

"L'idea è nata un ultimo giorno di mercato quando Walter Sabatini stava cercando disperatamente un dvd sulla scrivania per vederlo e decidere se acquistare un giocatore", ci ha spiegato il Ceo Campodonico. Serviva un contenitore di video, una grande scatola e Matteo ha saputo crearla giorno dopo giorno: ora è a capo di un'industria vera e propria.

Con lo scopo di aiutare i direttori sportivi, Wyscout è diventata indispensabile anche per allenatori e agenti di mercato. I primi ci passano diverse ore per preparare le partite, i secondi fanno lo stesso per scovare nuovi talenti da mettere sotto la loro procura. Un link e l'affare può decollare.

Il Forum che si è svolto a Torino ha coinvolto 105 club e decine di procuratori in quello che è stato un vero e proprio antipasto del mercato che sarà. C'è da scommetere che qualche trattativa è già partita nelle stanze interne dello Stadium. Magari come quella che ha portato Giovinco a Toronto nel 2015.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments