BRESCIA

Brescia, sarà Grosso il successore di Corini: accordo a un passo 

Fatale il ko di Verona per il tecnico che ha riportato le Rondinelle in A, niente accordo con Diego Lopez

  • A
  • A
  • A

Eugenio Corini non è più l'allenatore del Brescia. Dopo la sconfitta al Bentegodi, il club del presidente Cellino, nella tarda serata, ha comunicato ufficialmente l'esonero del tecnico che aveva riportato le Rondinelle in Serie A, ma che ha raccolto soltanto 7 punti nelle prime 10 partite della stagione (2 vittorie, un pareggio e 7 sconfitte). Ma chi prenderà il suo posto in panchina? Sono ore di riflessione per Cellino, che dopo aver ricevuto il rifiuto di Davide Nicola e aver pensato seriamente a Diego Lopez, suo ex calciatore e allenatore ai tempi del Cagliari, è ad un passo dall'accordo con Fabio Grosso.

La trattativa con il tecnico uruguaiano, che con il Peñarol Montevideo sta facendo benissimo avendo vinto il campionato di Apertura ed essendo a -1 dal Nacional primo in classifica in quello di Clausura, non si è infatti sbloccata per le difficoltà nel trovare un accordo economico e così Cellino, dopo aver contattato Prandelli e Nicola senza successo, nelle ultimissime ore ha virato su Fabio Grosso, rimasto senza squadra dopo l'avventura al Verona dello scorso anno.

Il campione del mondo 2006 in giornata ha risolto consensualmente il proprio contratto con il'Hellas ed è atteso a Brescia per sottoscrivere un contratto fino a fine giugno con opzione di rinnovo per la prossima stagione. Per Grosso, ex tecnico della Primavera della Juventus, sarà la prima esperienza su una panchina di Serie A.

Vedi anche Insulti a Balotelli, l'ispettori federale: "Erano solo 15 tifosi" Calcio Insulti a Balotelli, l'ispettori federale: "Erano solo 15 tifosi" Vedi anche "Balotelli ha fatto una pagliacciata", il capo ultras del Verona all'attacco Serie A "Balotelli ha fatto una pagliacciata", il capo ultras del Verona all'attacco

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments