Atalanta, Percassi vede Gasp

Il presidente dei bergamaschi ottimista sulla permanenza del tecnico dopo il primo incontro. La Roma vira su Giampaolo

  • A
  • A
  • A

"Ci vediamo domani mattina per un caffè. Domani a colazione si saprà tutto, ma sono ottimista e fiducioso". Parole del presidente dell'Atalanta Antonio Percassi sul futuro dell'allenatore Gian Piero Gasperini. Il numero uno del club bergamasco ha rimandato ogni annuncio dopo essersi incontrato in giornata con il tecnico, artefice della straordinaria stagione dei nerazzurri culminata con la qualificazione in Champions, per un confronto.

Di fatto, però, è già stata trovata l'intesa tra le parti e Gasp resterà sulla panchina della Dea fino al 2022. Respinta al mittente l'offerta della Roma, che sul tavolo aveva messo un contratto di tre anni a tre milioni a stagione e la possibilità di tornare ad allenare in una grande piazza dopo la deludente esperienza sulla panchina dell'Inter. "Io col presidente Percassi ho deciso di fare il punto della situazione a campionato finito, cosa che capita ogni anno. Non farò mai niente che non sia condiviso con lui: passo prima dal presidente", aveva detto Gasperini prima della storica qualificazione alla Champions League del prossimo anno. Dal canto suo Percassi non ha mai avuto dubbi sulla permanenza del tecnico dei miracoli: "E' scontato che Gasperini resti qui", ha dichiarato domenica a campionato concluso.

Adesso si atende solo l'annuncio ufficiale, ma a questo punto la Roma dovrà cercare un altro allenatore e il primo nome sulla lista è quello di Marco Giampaolo, dato in uscita dalla Sampdoria. Dopo il "no" di Conte e quello di Gasperini, Pallotta è alla ricerca di un'alternativa. Oltre a Giampaolo, si fanno i nomi di De Zerbi, che potrebbe ripercorrere il cammino fatto da Di Francesco, passato dal Sassuolo alla Roma prima di essere esonerato nel corso della stagione. Le altre piste vanno poi da Mihajlovic a Gattuso, ora libero dal legame col Milan.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments