MERCATO

Allegri pronto al rientro: Manchester United in pole

Testa a testa con il Psg, più defilate le ipotesi Milan e Roma

di
  • A
  • A
  • A

Nell’anno sabbatico di Max Allegri un bel pomeriggio all’ippodromo non poteva certo mancare perché la passione per i purosangue, non è un mistero, nel cuore di Max fa corto muso con quella per il calcio. Lui livornese costretto dalla chiusura dello storico impianto cittadino attaccato allo stadio, il Caprilli, a sconfinare a Pisa, accolto a braccia aperte dal magnifico gioiellino incastonato nella tenuta di San Rossore. Un pomeriggio di routine senza la folla dei gran premi ideale per godersi l’adrenalina delle corse, il fascino dei cavalli e scambiare due battute con amici e conoscenti del galoppo pisano. Radio mercato può rimanere tranquillamente sullo sfondo anche se mai come in questo periodo il nome di Allegri è tornato in prima pagina.

Sarri fin qui non ha convinto del tutto e i nostalgici bianconeri del tecnico dei cinque scudetti di fila son tornati a farsi sentire anche se il dietrofront societario è ipotesi quasi inverosimile. A proposito di ritorni, Il Milan farebbe carte false per riportare Allegri in rossonero ma il progetto, per il momento, non dà garanzie di successo ai massimi livelli e non sembra quindi in linea con il valore attuale del tecnico livornese. Idem dicasi per la Roma, che pure ha manifestato grande interesse per Allegri soprattutto se la nuova società targata Friedkin si trovasse di fronte ad un fallimento totale di Fonseca, ancora scongiurabile con un’inversione di rotta a livello di risultati nella seconda metà della stagione. L’ipotesi Roma avrebbe comunque un certo fascino visti gli stimoli di un ambiente difficile da portare in vetta.

Allegri però guarda soprattutto all’estero. In Francia il Paris Saint Germain non nasconde la stima per l’ex juventino. Tuchel sta facendo bene, ma per lui la Champions sarà decisiva anche se il tedesco ha un contratto fino al 2021. In pole position per Allegri rimane il Manchester United. Solskjaer non verrà confermato dai Red Devils che hanno già prenotato da tempo l’allenatore livornese, affascinato da un’esperienza all’estero, ancora di più da quella panchina occupata all’Old Trafford per quasi trent’anni da un fuoriclasse del mestiere come Sir Alex Ferguson, guarda caso un altro grandissimo amante dei purosangue come Allegri.

Vedi anche Milan, Pioli in bilico: senza Champions sarà addio Milan Milan, Pioli in bilico: senza Champions sarà addio

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments