FORMULA 1 L'INDISCREZIONE

Segnali dal futuro: dall'Audi alla Porsche, la nuova Formula Uno parlerà sempre più tedesco?

Prende corpo l'ipotesi che la Casa dei quattro anelli acquisti la McLaren (che però smentisce) e punti ad un impegno diretto nei Gran Premi.

di
  • A
  • A
  • A

Una Formula Uno sempre più teutonica è quella che potrebbe nascere nel vicino futuro stando alle indiscrezioni di "Autocar". Secondo il magazine inglese infatti Audi avrebbe acquistato McLaren (dalla quale arriva una smentita), che sta operando sotto pesanti pressioni finanziarie nonostante un recente rifinanziamento da 500 milioni di sterline. L'operazione permetterebbe al marchio Volkswagen (che possiede Audi) di entrare direttamente nel Mondiale e non pregiudica i piani di un impegno nella massima formula da parte di Porsche (altro brand di proprietà VW) come partner motoristico di un team esistente. 

Dopo Lamborghini e senza dimenticare Porsche, Audi si appresta quindi secondo "Autocar" (ed altre fonti internzionali) a prendere il controllo di un altro Costruttore di auto supersportive. L'operazione aprirebbe la strada alla possibilità che le McLaren stradali montino motori Audi e, in prospettiva, anche ad un impegno diretto nel Campionato del Mondo di Formula Uno con il team di Woking che sta contendendo alla Ferrari (con chances però ormai piuttosto limitate di farcela) il terzo posto nel Mondiale Costruttori. nel primo pomeriggio di lunedì 15 novembre McLaren Group ha smentito le voci (che seguono quelle dei giorni scorsi di identica iperazione da parte di BMW) con questo comunicato ufficiale:

"McLaren Group è a conoscenza delle indiscrezioni giornalistiche relative ad una cessione ad Audi. Si tratta di voci completamente prive di fondamento e McLaren sta spingendo per una rimozione della notizia. La strategia McLaren ha sempre previsto discussioni e collaborazioni costanti con partners e fornitore di primo livello, compresi altri Costruttori. In ogni caso, non ci sono cambiamenti nell'organigramma societario di McLaren Group". 

Per quanto riguarda invece Porsche, al momento l'ipotesi più accreditata è quella di una partnership con un team già esistente, con la Red Bull principale indiziata. Il team attualmente secondo nel Mondiale ha "tamponato" il ritiro della Honda creando un apposito reparto power unit (Red Bull Powertrains) che nel 2022 prenderà in gestione e svilupperà ancora la PU giapponese, con la collaborazione della Honda stessa.

Restando nel campo delle ipotesi, si tratterebbe di un doppio impegno dello stesso Gruppo nello stesso campionato, anche se in forme diverse e - storicamente - come minimo con uguale esposizione ma ritorno d'immagine sostanzialmente diverso. Di qui le perplessità sullo scenario ma anche la sua dinamicità, con tutte le implicazioni del caso. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti