GP ABU DHABI

GP Abu Dhabi, Verstappen: "Gara perfetta". Bottas: "Orgoglioso di quanto fatto". Hamilton: "Non sto ancora bene"

Gara da applausi per Verstappen che trionfa a Yas Marina con un gap di 15 secondi dal secondo Bottas

  • A
  • A
  • A

Una prestazione eccellente di un super Max Verstappen annichilisce le Mercedes nell'ultimo GP stagionale corso ad Abu Dhabi. A Yas Marina il duello Red Bull-Mercedes ha animato la gara, sia là davanti quanto nella battaglia per il terzo posto tra Hamilton e Albon. A sorridere più di tutti è ovviamente Verstappen che non vedeva l'ora di tornare sul gradino più alto del podio: "E' stata una gara molto piacevole, siamo partiti bene e abbiamo gestito le gomme. Abbiamo fatto tutto nel modo giusto".

"Abbiamo controllato il passo e fatto una vita semplice grazie alla partenza. Ho avuto qualche dubbio sul finale a causa delle gomme, ma nel complesso è stata una gara forte per tutto il team. Mi godo questa vittoria e questo podio, non vedo l'ora di poter tornare a casa e riposarmi" le parole dell'olandese che al traguardo ha preceduto le "Frecce nere" con un vantaggio di 15 secondi.

Soddisfatto anche Valtteri Bottas che col podio ottenuto a Yas Marina chiude il mondiale come vicecampione alle spalle del compagno Hamilton: "Red Bull oggi è stata molto veloce, è stato sorprendente perché pensavamo di poterli combattere ma non siamo riusciti a tenere il passo. Ho fatto una gara solida e senza errori, non potevo fare di più. Quantomeno sono arrivato davanti a Lewis, era da tanto che non salivo sul podio e va bene così. Riposo? Mi godrò Natale con la mia famiglia, poi resetterò tutto e mi allenerò per andare meglio l'anno prossimo. Sono fiero di aver conquistato la seconda posizione del Mondiale, sono grato di far parte di questo team".

Gradino più basso del podio per il campione del mondo Hamilton che però, dopo 10 giorni di positività al Covid, si è detto ancora provato e affaticato: "Non si può vincere sempre, considerando le ultime settimane che ho passato sono molto contento di quanto fatto oggi. Non sono al 100% e non sono andato come volevo, ma congratulazioni a Max per quanto fatto oggi. Oggi non stavo bene fisicamente, sono contento di essere arrivato terzo al traguardo perché non era scontato. Le condizioni non erano ideali, la settimana scorsa non avrei scommesso di essere qui. Spero di potermi riprendere nelle prossime settimane per poter riprendere la condizione in vista della prossima stagione. Red Bull? Oggi fuori portata, contento che Albon sia stato lì dietro perché è stato possibile vedere una lotta a due team fino alla fine". Sul rinnovo del contratto: "Sono sicuro che cominceremo a parlare del futuro in questa settimana abbiamo avuto uno scambio di mail nei giorni scorsi nel quale ci siamo detti che ne riparleremo. Io resterò qui nei prossimi due giorni. Speriamo di poter concludere le trattative, anche sfruttando le prossime due settimane, prima di Natale. Sarebbe un bel regalo per tutti"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments