F1, Hamilton: “Sconteremo qui a Spa la penalità”

Nuova Power Unit per il leader del Mondiale che partirà dall'ultima fila: “Proveremo a recuperare e fare punti”

  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton partirà dall'ultima fila del GP del Belgio scontando così sul circuito di Spa la penalità per la sostituzione della power unit sulla sua Mercedes. A confermare quanto trapelava nel paddock è lo stesso leader del Mondiale nella conferenza stampa che precede il weekend di gara: “Voglio arrivare a punti anche partendo da dietro”. Fiducioso anche Max Verstappen (Red Bull): “Le Ferrari? Ora sono dietro, l'obiettivo è stargli davanti”.

Dunque è la penalizzazione in casa Mercedes l'argomento principale di discussione nel giorno che precede la ripresa della F1 dopo la sosta di un mese. La scelta della scuderia tedesca di rinnovare tutte le componenti del motore, e non solo le due usurate (MGU-H turbocompressore sono già giunti al limite dei cinque concessi dal regolamento), comporterà dunque la partenza del pilota britannico o dall'ultima fila o dalla pit lane.

“Cercheremo di minimizzare la penalità – spiega Hamilton –, io proverò comunque ad andare a punti, poi vedremo quanto riuscirà a recuperare. È giusto pagare la penalità: non si tratta di incompetenza, piuttosto la vedo come una possibilità di crescita per il team”. “Vogliamo ripartire di slancio come nelle ultime quattro gare prima della sosta – aggiunge Hamilton –. Se penso alla vittoria numero 50? Devo pizzicarmi ogni giorno per rendermi conto di quanto fatto”.

Se Nico Rosberg sarà il primo a poter beneficiare della penalità inflitta a Hamilton, Max Verstappen (Red Bull) scalda i motori in vista del Gran Premio: “Adesso siamo davanti alla Ferrari – dice il giovanissimo pilota della casa austriaca – e dobbiamo cercare di rimanerci. Se abbiamo tanti cavalli per stare davanti? Intanto cerchiamo di trovare un buon assetto. Per me che sono nato qua vicino è un Gran Premio speciale, spero ci siano tanti tifosi a sostenermi”.

Chiusura con Fernando Alonso. Il bicampione del mondo è felicissimo per i progressi della sua McLaren ma pensa già alla prossima stagione: “Abbiamo fatto dei progressi incredibili con il team – dice Alonso –, soprattutto se guardiamo alla situazione di 12 mesi fa: passi in avanti valutabili in minuti nel contesto della gara, non in secondi. Guardiamo con ottimismo quindi anche al futuro, godiamo a vedere i progressi ma c'è ancora tanta fame. Se pensiamo al 2017? Il nostro obiettivo è essere campioni del mondo, quest'anno non è più possibile”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments