IL CORTOMETRAGGIO

Ferrari, Leclerc e la SF90 Stradale protagonisti di un cortometraggio sulle strade di Monte Carlo

S'intitolerà "Le grand rendez-vous" e sarà diretto da Claude Lelouch, già a autore di "C'était un rendez-vous"

  • A
  • A
  • A

Charles Leclerc a bordo di una Ferrari, sulle strade del circuito cittadino di Monte Carlo nella domenica del GP di Monaco. Nulla di strano, verrebbe da dire, se non fosse che a causa della pandemia di Covid-19 la gara è stata cancellata (uscendo dal calendario iridato per la prima volta dal 1954) e che il pilota monegasco correrà in una veste del tutto inedita. Sarà infatti il protagonista del cortometraggio "Le grand rendez-vous", diretto dal regista francese Claude Lelouch. Insieme a Charles, l'altra star sarà la Ferrari SF90 Stradale, la prima vettura ibrida di serie del Cavallino Rampante.

Le riprese si svolgeranno appunto tra le curve di uno dei circuiti simbolo della Formula 1 il 24 maggio, nel giorno in cui avrebbe dovuto disputarsi il Gran Premio. Sarà un modo di onorare un grande appuntamento anche in circostanze difficili e di rivivere alcune glorie del passato: Lelouch infatti si ispirerà a un altro mitico cortometraggio da lui diretto nel 1976, "C'était un rendez-vous", 8 minuti di pura adrenalina in cui venivano mostrate le immagini di una folle corsa tra le strade di Parigi, grazie a una telecamera montata sul paraurti di una vettura. Qualcosa di rivoluzionario per l'epoca.

La macchina in questione era una Mercedes-Benz 450SEL 6.9, ma fu "doppiata" dallo spaventoso sound del V12 della Ferrari 275GTB di Lelouch, per rendere il tutto ancora più impressionante.

Quarantaquattro anni dopo, l'impresa verrà replicata dall'ultimo gioiello di casa Ferrari, la SF90 Stradale: 1000cv di potenza massima, un rapporto peso/potenza di 1.57 kg/cv e 390 kg di carico aerodinamico a 250 km/h.

Nelle intenzioni di Maranello, questo primo ciak del cinema francese dopo la fase di lockdown segnerà simbolicamente un graduale ritorno a una nuova normalità e la ripresa dell’industria cinematografica. Un modo per riavvicinarsi ai tifosi esprimendo la speranza di potersi lasciare progressivamente alla spalle un periodo doloroso e tuttora complesso per la situazione sanitaria globale. Il film dovrà esprimere la voglia di tornare a guardare con positività al futuro, in vista anche della ripresa della stagione di F1, prevista a luglio. E Charles Leclerc non poteva che esserne l'attore protagonista.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments