F1 BAHRAIN

F1 Bahrain, dal terrore alla certezza: Hamilton regola le Red Bull, Ferrari doppiate

Il britannico conquista l'undicesimo successo della sua stagione davanti a Verstappen e Albon

di
  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton vince il GP del Bahrain a Sakhir, terzultima tappa del mondiale di Formula 1. Il britannico della Mercedes, che ha amministrato al meglio la gara dopo la seconda ripartenza successiva all'incidente di Grosjean, chiude davanti alle due Red Bull di Max Verstappen e Alexander Albon. Male le Ferrari che chiudono la gara entrambe da doppiate: 10° posto per Charles Leclerc, 13° Sebastian Vettel

Getty Images

Era difficile ripartire, o per meglio dire partire, dopo il terribile incidente accorso a Romain Grosjean, ma dopo l'ennesimo spegnimento dei semafori tutta la paura dell'avvio di gara è stata lasciata alle spalle. A provare a far dimenticare quanto accaduto ci ha pensato, come sempre, Lewis Hamilton che ha amministrato e portato a casa una gara da brividi. Prima l'incidente choc di Grosjean, poi alla ripartenza il ribaltamento di Stroll (contatto tra la posteriore destra del canadese e l'anteriore sinistra di Kvyat) hanno portato per le lunghe la disputa che ancora una volta vede trionfare l'uomo dei record, il Re Nero, giunto alla 95esima vittoria in F1.

Verstappen, nonostante i limiti della sua Red Bull e le fatiche straordinarie con le gomme in un circuito ostico, ha provato a dire la sua ma si è dovuto accontentare del secondo gradino dal quale, non fosse stato per un guaio subito a pochi giri dalla fine, avrebbe osservato il messicano Sergio Perez. Eppure a conquistare l'ultimo gradino del podio è stata un'altra Red Bull, quella di Alexander Albon che ha sfruttato motore rotto (ed in fiamme) della Racing Point per conquistare il secondo podio della stagione (il primo nel GP del Mugello a settembre, ndr).

Appena giù dal podio le due McLaren di Lando Norris e Carlos Sainz, poi l'Alpha Tauri di un sorprendente Gasly che in top 10 precede Ricciardo, Bottas, Ocon e Leclerc. A punti sì, ma prestazione da dimenticare ancora una volta per la Ferrari che acciuffa un solo punto con il monegasco al termine di una gara da rivedere. Tre pit stop per Charles, gli stessi del compagno di box Vettel che ha visto vanificarsi il gran lavoro del fine settimana con un tredicesimo posto. Entrambe doppiate, le Rosse proveranno a voltare pagina già dal prossimo fine settimana nel quale, in una pista rivoluzionata, si correrà ancora una volta in Bahrain per il GP di Sakhir.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments