CALCIO IN LUTTO

Weah, cinque mesi con Vialli al Chelsea: "Sono triste, per me è stato un fratello"

L'ex attaccante ricorda Gianluca: "Non volevo lasciare il Milan, poi..."

  • A
  • A
  • A

"È una notizia tremenda, davvero. Vialli con me era stato un fratello, mi aveva voluto in un momento particolare", questa la prima reazione di George Weah alla scomparsa di Gianluca Vialli. Parole confidate al collega Gianni Visnadi, direttore di Calciomercato.com: "Sono triste, molto triste. Che brutta giornata, sono appena stato al funerale di un amico e adesso ho saputo questa cosa". Tra l'ex attaccante del Milan, ora presidente della Liberia, e Vialli un rapporto speciale nato al Chelsea: "Non è stato semplice lasciare il Milan, io ero milanista, avrei chiuso volentieri a Milano, una città che adoro. Zaccheroni però non mi voleva più, io avevo ancora molto da dare. Mister Vialli l’ha saputo e mi ha chiesto di andare con loro. Ci siamo messi d'accordo in 10 minuti, due telefonate. Sapevo che erano pochi mesi, ma l’ho fatto col cuore. Non era ancora il Chelsea di Abramovich, ma era già una grande squadra, e infatti abbiamo vinto".

Insieme la vittoria della FA Cup: "Il ricordo più bello? Non solo quello. Il debutto forse è stato persino migliore. Parto da Milano il martedì mattino, il mercoledì sera giochiamo a Stamford Bridge contro il Tottenham. Vialli al mattino mi dice: ti porto in panchina, te la senti? Ricordo tutto come se fosse adesso. Poi, a mezzora dalla fine, mi chiede: te la senti di entrare? E io, come no! Entro, faccio gol e vinciamo la partita: Luca era felice almeno quanto me. Piango, è morto un grande uomo, sono triste. Gli ho voluto bene".

Vialli prometteva molto bene anche da allenatore: "Aveva idee chiare, era stato un grande giocatore, rispettava i giocatori, tutti. Il suo calcio mi piaceva: 4-4-2, all’epoca in molti giocavano così, per me era l’ideale. Credo che avrebbe potuto continuare, non so perché abbia smesso. Poi un giorno ci siamo incontrati e gliel’ho chiesto: perché hai smesso? E lui ha sorriso, ma non mi ha risposto".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti