Calcio ora per ora

venezia: "ora vogliamo la vittoria a tavolino"

"Siamo ovviamente molto dispiaciuti, perche' eravamo venuti qui per

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

"Siamo ovviamente molto dispiaciuti, perche' eravamo venuti qui per giocare la partita. Dispiace soprattutto se pensiamo al fatto che questa pandemia e' ormai iniziata un anno e mezzo fa, e sta costando fatica a tutte le societa', soprattutto a chi come noi rispetta pedissequamente le regole". Cosi' il vicepresidente del Venezia Andrea Cardinaletti, sulla gara contro la Salernitana che non e' stata disputata. "Siamo venuti pensando di giocare, se avessimo pensato il contrario avremmo evitato volentieri una trasferta lunga come questa, e che e' stata per noi non solo un costo economico non indifferente, ma anche un'esposizione a tutti i rischi del caso in una situazione come quella che stiamo vivendo", ha spiegato. "Abbiamo pero' seguito le indicazioni della Lega, secondo la quale la partita si sarebbe dovuta giocare regolarmente. Noi ora - ha aggiunto - ci aspettiamo l'iter segua quello che e' il suo regolare corso (la vittoria a tavolino, ndr), questo in quanto la partita e' iniziata e finita secondo quelle che sono le regole in vigore". "La certezza del diritto e' fondamentale, non e' una cosa che puo' variare ogni fine settimana, questo soprattutto considerando in essere una situazione in cui il pianeta calcio si trova ormai come detto da un anno e mezzo". "Io credo - ha concluso - che affinche' il campionato vada avanti tutti dobbiamo sottostare a delle regole, e conseguentemente trovarci a doverle rispettare".